La Soprintendenza dice sì a Libeskind

altIl Monumento Ad Alessandro Volta
Spallino: «Compatibilità paesaggistica e collocazione approvate dalla Conferenza dei servizi»

Daniel Libeskind e il suo progetto “The Life Electric” incassano il parere favorevole della Conferenza dei servizi. Il via libera dei tecnici è arrivato ieri mattina da Menaggio, dove si sono riuniti i rappresentanti di tutte le istituzioni coinvolte, a partire dalla Soprintendenza.
Soddisfatti gli “Amici di Como”, promotori dell’iniziativa, che vorrebbero inaugurare l’installazione entro la fine del mese di aprile 2015.

Il soprintendente Alberto Artioli non ha partecipato alla riunione, ma ha inviato una lettera confermando il parere favorevole all’opera, pur aggiungendo alcune indicazioni. 

 

«Non entriamo nel merito dell’opera, facciamo una valutazione sul carattere paesaggistico – chiarisce Artioli – Da questo punto di vista non c’è alcun problema».
«Abbiamo indicato alcuni approfondimenti da fare sui materiali e sulla luce, per verificare come influirà sul paesaggio notturno – aggiunge Alberto Artioli – Sull’artisticità dell’opera invece lascerei all’amministrazione comunale l’opportunità di valutare il da farsi con una commissione qualificata. Nella lettera abbiamo precisato anche che si sarebbe potuto ipotizzare un concorso di idee, ma sono comunque scelte che competono al Comune. L’impatto paesaggistico, qualunque sia la collocazione, è poco influente».
Soddisfatto l’assessore alla Pianificazione urbanistica del Comune di Como. «Le prescrizioni – spiega Lorenzo Spallino – riguardano la valutazione dei materiali e di modelli reali per far meglio comprendere le dimensioni dell’opera. Sono prescrizioni alle quali ovviamente ci atterremo».
«Quanto all’opportunità di valutare l’opera anche attraverso una commissione qualificata – aggiunge poi l’assessore all’Urbanistica di Palazzo Cernezzi – non la riteniamo praticabile. La compatibilità paesaggistica del monumento e la sua collocazione sono state valutate e approvate dalla Conferenza dei servizi. La qualità artistica e il grande valore dell’autore non sono per noi in discussione e siamo convinti che la città sia positivamente coinvolta in questa scelta».
Un’opinione condivisa dal sindaco: «Sono soddisfatto – dice Mario Lucini – Ora possiamo andare avanti e procedere».
Il 9 ottobre prossimo, alle 17.30, il progetto sarà presentato in un incontro pubblico nella Sala Stemmi del Comune di Como.
Il via libera della Conferenza dei servizi è un risultato importante per l’Associazione Amici di Como, che coordina e finanzia l’intervento.
«Apprendiamo con entusiasmo la decisione arrivata oggi – dice il coordinatore del sodalizio, Daniele Brunati – ritengo sia per noi una bella soddisfazione, a coronamento di quanto abbiamo fatto fino a questo momento. La Soprintendenza ha espresso un parere tecnico, l’opera è compatibile con il paesaggio. Per noi è un altro gradino importante che possiamo considerare fatto. Con umiltà e impegno continueremo a lavorare in questa direzione, consapevoli che stiamo portando avanti un progetto importante»
“The Life Electric” sorgerà in fondo alla diga foranea. L’opera sarà alta 16,5 metri e peserà 11 tonnellate. Due lame verticali reggeranno altrettante strutture esili e incurvate, il tutto ricoperto in fibra di carbonio. Il costo stimato dell’operazione è di un milione e 50mila euro, interamente coperto dagli sponsor. Da ieri, l’Associazione Amici di Como ha attivato il sito Internet www.thelifelectric.it con il materiale sull’opera.

Anna Campaniello

Nella foto:
l’impatto visivo dell’opera sul paesaggio circostante (immagini dal sito Internet www.thelifeletric.it)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.