La stazione di Camerlata resta senza parcheggi

Parcheggio intasato

Stazione unica di Como Camerlata, a più di tre mesi dall’inaugurazione del nuovo scalo ferroviario (era il 13 giugno 2021) non si fermano le polemiche per i continui disagi provocati dalla carenza di posti auto. A chiedere chiarimenti su come l’amministrazione comunale intenda procedere per arginare i numerosi disagi provocati all’utenza è il consigliere comunale del Partito Democratico, Gabriele Guarisco.

«La stazione è stata aperta, ma manca ancora il posteggio. Chiedo quando sarà realizzato e, nel frattempo, quali misure il Comune adotterà per migliorare le condizione di sosta in via Scalabrini e prevenire i disagi provocati dall’assenza di posti auto», ha detto il consigliere Dem.
«I lavori per la realizzazione del nuovo parcheggio saranno ultimati a dicembre e con il nuovo anno il posteggio sarà accessibile», è la risposta della giunta comasca.

Ma il Comune promette: «Sosta possibile entro dicembre»


«I ritardi sono dovuti alla mancata disponibilità di alcune aree in cui doveva essere realizzato il parcheggio – fanno sapere ancora dal Comune – Se ora finalmente tutto procederà da programma riusciremo ad aprire il nuovo parcheggio da 270 posti auto e anche un capolinea dei bus con il nuovo anno». Ad oggi però non è presente ancora nessuna traccia dei circa 270 posti auto che il Comune dovrebbe realizzare. Con l’ampliamento dello snodo sarebbero infatti dovuti aumentare anche gli spazi per le auto a servizio di pendolari e viaggiatori, oltre che del personale di servizio. L’opera è stata finanziata da Regione Lombardia ma il Comune la deve realizzare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.