La Stecca regala le panchine all’ospedale

Progettata dall’architetto Ceriani
Franzoso: «Siamo attenti ai piccoli bisogni della comunità»
(a.cam.) Panchine di design all’ingresso del Sant’Anna, a San Fermo della Battaglia. Le sedute sono state donate all’ospedale dalla classe ’41 dell’associazione La Stecca, che già ha regalato al Comune di Como altre 8 panchine. Ieri la cerimonia. Le panchine, realizzate in metallo e legno iroko dall’architetto Ettore Ceriani, progettista anche della chiesa del Sant’Anna e costruite dalla Silfer di Albavilla sono state collocate all’ingresso dell’ospedale, vicino alla fermata del bus.
Tra i presenti alla cerimonia di donazione il presidente della classe ’41 Tolmino Franzoso, la “Rosa D’oro” Pia Pullici, il direttore generale dell’azienda ospedaliera Sant’Anna Marco Onofri, il direttore amministrativo Gabriella Ceraulo, l’architetto Ceriani e Giancarlo Binaghi della Silfer.
Padre Fausto Negrini, delegato dal vescovo di Como, ha benedetto le panchine e ha consegnato alla Stecca una lettera di ringraziamento del presule.
«È inutile sottolineare il valore simbolico della donazione – ha detto Franzoso – che segue quella di altre 8 panchine, di diversa forma e di minori dimensioni, che già la classe 1941 ha regalato al Comune di Como in occasione del 70° compleanno. Questo è in linea con la tradizionale attenzione che La Stecca del capoluogo rivolge, attraverso le diverse e più impegnative iniziative delle altre classi, a piccoli ma significativi bisogni della comunità».
«Pensiamo – ha aggiunto il presidente della classe ’41 – che questo dono sarà molto gradito da persone, malate e non, che si intratterranno in questa zona del piazzale dell’ospedale di San Fermo della Battaglia».

Nella foto:
La cerimonia di consegna e benedizione della panchina del Sant’Anna (Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.