La stessa pioggia, lo stesso freddo. Nelle ossa e nei cuori

Il dariosauro
di Dario Campione

Quattro anni dopo la stessa pioggia, lo stesso freddo. Nelle ossa e dentro i cuori.
La strage di Erba non è un ricordo. Il sangue delle vittime scorre ancora oggi negli occhi di tutti. Il tempo cancella ogni cosa, sostiene qualcuno. Forse. Ma per le famiglie delle vittime, è assolutamente impossibile dimenticare.
Sabato mattina, durante la messa delle 8, Carlo Castagna consegnerà le chiavi di casa della figlia Raffaella alla Caritas ambrosiana. Il recinto della mattanza diventa luogo
della speranza.
Simbolicamente, questo passaggio è davvero straordinario. Dalle tenebre sorge la luce. Parole che papà Castagna ha inciso sulle cassettine di legno dentro cui sono custodite le chiavi dell’appartamento della palazzina di via Diaz.
Olindo Romano e Rosa Bazzi sono in carcere. Attendono l’ultimo verdetto. Di tutto questo, della violenza che promana ogni giorno da ogni angolo del Paese e dell’attesa di giustizia, parliamo stasera in diretta su Etv a partire dalle 20.30.
dariosauro@espansionetv.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.