La Svizzera esplora le nuove frontiere della tv che dialoga con Internet

Oltreconfine
Il Premio Möbius Multimedia Lugano conferma anche quest’anno il ruolo di attento osservatore dei nuovi media digitali e della loro repentina evoluzione, dedicando la XVI edizione alle nuove modalità di fruizione della tv. L’appuntamento è per oggi, dalle 9 alle 18, allo Studio 2 della Radiotelevisione Svizzera a Lugano-Besso. Tra gli altri ospiti, Derrick de Kerckhove esaminerà la metamorfosi del “piccolo schermo”, non più oggetto di fruizione passiva e oggi sempre più multimediale e
protagonista del nostro salotto. Emerge, infatti, con sempre maggior preponderanza un uso integrato di tv e Internet, con la possibilità di un consumo televisivo in forma non lineare e differita nel tempo e la condivisione dei contenuti attraverso i social media come Facebook e YouTube. Al simposio parteciperanno alcuni esperti che da anni seguono il mondo digitale. Darà il suo contributo anche l’archistar Mario Botta (foto), che presenterà il “Teatro dell’architettura”, progetto per un nuovo strumento spazio-espositivo per stimolare il dibattito culturale intorno all’architettura. Ingresso libero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.