La tragedia di Faggeto Lario: l’autopsia dirà perché Tamba è annegato

Lido di Faggeto Lario, muore annegato un ragazzo ventenne

«Ciao Tamba». Il messaggio, accompagnato dalle foto in cui sorride con i colleghi, è stato postato sulla pagina Facebook del Lido di Faggeto Lario per dire addio a Tamba Camara, 20 anni, collaboratore della struttura, annegato venerdì nel lago durante un bagno in una pausa dal lavoro. Venerdì sera, il Lido è rimasto chiuso per lutto.
Il giovane, originario del Gambia, lavorava al Lido e venerdì pomeriggio, terminato il turno, ha deciso di fermarsi in spiaggia per un bagno nel lago, probabilmente anche per sfuggire al caldo torrido della giornata. Si è tuffato attorno alle 17 e non è più riemerso. Forse per un malore, il giovane è scomparso sott’acqua senza più riuscire a risalire.
Alcuni tra i presenti hanno subito dato l’allarme. Per le ricerche sono intervenuti i vigili del fuoco con i sommozzatori, gli operatori del presidio acquatico e una squadra di terra. L’elicottero del 118 si è levato in volo e ha sorvolato la zona per provare a individuare il giovane.
Sono intervenuti anche i carabinieri e gli uomini della guardia di finanza, ma purtroppo le ricerche si sono concluse attorno alle 19 con il ritrovamento del corpo di Tamba, purtroppo ormai senza vita, a una profondità di oltre 10 metri, a poca distanza dal punto in cui si era tuffato. Il corpo è stato poi recuperato dai vigili del fuoco, davanti ai colleghi del giovane, sotto shock.
La Procura di Como ha aperto un fascicolo e sarà probabilmente l’autopsia a spiegare se Tamba sia stato tradito da un malore dopo il tuffo finito in tragedia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.