Cronaca

La tragedia nelle Filippine. Scatta la solidarietà comasca

alt

Tifone assassino
La Caritas prepara un container con la comunità dei migranti

Il grande cuore di Como batte freneticamente in queste ore per la popolazione delle Filippine, messa in ginocchio dal tifone Haiyan che ha mietuto oltre diecimila vittime.
Sono momenti di dolore e apprensione quelli vissute dagli oltre 1.300 filippini censiti a Como (dati relativi al 2012: 598 maschi e 747 femmine).
E c’è grande apprensione anche nella comunità dei guanelliani, i “servi della carità” fedeli al modello di impegno solidale del santo comasco Luigi Guanella. Da domenica

è bollente il telefonino di padre Luigi De Giambattista, già Superiore di Delegazione per le Filippine dei Guanelliani e originario di Mese, presso Chiavenna.
Le comunicazioni con il Paese asiatico messo in ginocchio dal tifone sono state rese assai problematiche nel marasma che ha fatto seguito al cataclisma e ieri sono state ore difficili per il religioso che di fatto è stato insieme con l’Unità di Crisi della Farnesina l’altro essenziale punto di riferimento dei guanelliani italiani, per conoscere la sorte dei loro confratelli nel Paese asiatico.
«Fortunatamente non sono state coinvolte in questa catastrofe le nostre presenze guanelliane, più al nord rispetto alla zona distrutta dal tifone» ha fatto sapere ieri l’ufficio stampa della comunità devota al santo lariano, tramite la Diocesi di Como.
Va ricordato che i guanelliani hanno appena inaugurato una casa pensata per accogliere, in un ambiente di famiglia, una ventina di ragazzi con disabilità mentale e fisica: è la “Guanella Home for Special Children”, nella zona di Tandanga Sora, a Quezon City, dove fin dal 1996 un piccolo gruppo di ragazzi “speciali” ha trovato braccia amorevoli grazie ai guanelliani.
E siccome San Luigi Guanella soleva dire “Chi dona ai poveri, dona a Dio”, ieri l’Opera don Guanella, in collaborazione con gli Scouts cattolici dell’Asci, si è resa disponibile a raccogliere fondi a favore della popolazione filippina.
Qualche dato per inquadrare il dramma: l’Organizzazione Mondiale della Sanità stima in 618.175 gli sfollati in tutto il Paese, senza accesso diretto a cibo, acqua e medicine. Le persone direttamente o indirettamente colpite dall’emergenza umanitaria sarebbero 9,5 milioni. E, secondo l’Unicef, i bambini coinvolti sarebbero 4 milioni.
Per i guanelliani sono stati aperti due conti: presso la Banca Popolare di Sondrio, filiale 138 di Roma (IBAN: IT25 D056 9603 2110 0000 3007 X04 intestato a “Opera Don Guanella”) e presso Poste Italiane (conto 48967004, Iban CIN X – ABI 7601 – CAB 03200 intestato a “Opera Don Guanella casa generalizia). Per gli Scout sono aperti i conti presso la Popolare di Sondrio, filiale 082 Roma (Iban IT63 O056 9603 2040 0000 7320 X53 intestato ad “A.S.C.I. Don Guanella Fil. Roma Onlus) e presso Poste Italiane (Iban CIN V – ABI 7601 – CAB 03200 – numero conto 70767314, intestato ad A.S.C.I. Don Guanella Filiale di Roma Onlus). Occorre indicare sulla causale “Emergenza tifone Filippine 2013”.
E mentre il vescovo di Como, monsignor Diego Coletti, che è in visita pastorale nel lontano Perù anche per questa settimana – come sottolineato da Papa Francesco nel corso dell’Angelus di domenica – ha invitato a pregare e a impegnarsi fattivamente per la solidarietà, la Caritas diocesana di Como, oggi si mobilita con i rappresentanti della comunità filippina lariana.
In attesa di organizzare al meglio gli sforzi in sinergia con i vertici nazionali, la Caritas vuole allestire quanto prima un container con beni di prima necessità da spedire nelle Filippine.
Chi volesse partecipare a questa opera di solidarietà può rivolgersi al numero 031.33.12.333.

Nella foto:
Un’immagine drammatica delle devastazioni procurate dal tifone Haiyan che ha messo in ginocchio la popolazione filippina
12 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto