Cronaca

La “vignetta” svizzera rimane a 40 franchi. Rischio rincaro benzina

alt

L’esito del referendum

Domenica la Svizzera ha votato “no” all’aumento della vignetta delle autostrade e quindi all’aumento di costo da 40 a 100 franchi, secondo quanto deciso dagli organi parlamentari di Berna.
Il referendum ha superato il quorum necessario di votanti e nel vicino Canton Ticino i “no” all’aumento hanno raggiunto la percentuale del 67,61%.
L’esito di questa votazione è stato commentato favorevolmente dal Touring Club rossocrociato.
Daniela Maroni, consigliera regionale comasca

mette intanto in guardia gli automobilisti su un possibile rischio che deriva proprio da questo voto.
«Per compensare le entrate la Svizzera potrebbe incrementare il prezzo della benzina alla pompa – spiega – il che avrebbe un rapporto di causa-effetto per le stazioni di servizio italiane di confine, vincolate secondo delibera regionale all’equivalenza di costo rispetto alla concorrenza svizzera».
«Una riduzione dello sconto è normale che non farebbe la felicità dei cittadini – dice la Maroni – però dall’altra parte permetterebbe di mettere a disposizione le risorse investite da Regione Lombardia per un maggior numero di utenti».
Lo sconto, mediamente inferiore, potrebbe raggiungere un maggior numero di utenze. L’ampliamento delle fasce, del resto, è uno dei progetti allo studio da tempo.

Nella foto:
Nessun aumento per la “vignetta” che consente di viaggiare sulle autostrade svizzere
26 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto