«Accattoni molesti. Pene più severe»

Nicola Molteni (Lega)

Una proposta di legge per reintrodurre il reato di accattonaggio molesto. Ad avanzarla in Parlamento è il deputato canturino della Lega, Nicola Molteni. «Molti sindaci – sostiene il leghista – chiedono strumenti che consentano di governare più efficacemente, in punto di sicurezza pubblica, il territorio. Se è vero che, in omaggio a una malintesa etica del capitalismo di matrice ottocentesca, chi mendica non può essere punito con una sanzione penale, è altrettanto vero che chi mendica simulando

infermità per destare la pietà altrui o in modo fraudolento o vessatorio (la cosiddetta mendicità chiamata “invasiva”), deve essere arginato e punito»
La linea dura, secondo il parlamentare lariano, servirebbe «poiché l’accattonaggio molesto o comunque invasivo genera insicurezza nei cittadini, e quindi un problema di ordine pubblico, e ingenera nella collettività un forte stato di insofferenza».
La pena sarebbe l’arresto da sei mesi a un anno e con l’ammenda da 5mila a 10mila euro «se il fatto è compiuto in modo tale da arrecare particolare disagio alle persone, rischio della propria o altrui incolumità, intralciando in qualunque modo la circolazione dei veicoli e dei pedoni ovvero mediante tecniche di condizionamento della personalità o in modo ripugnante o vessatorio, o simulando deformità e malattie».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.