L’accordo: negozi, cancellate le sanzioni di Ica

Sanzioni azzerate, ma rimane il canone per la segnaletica commerciale sul territorio cittadino.
Confcommercio Como, in una nota, annuncia la conclusione del braccio di ferro che ha coinvolto l’associazione dei negozianti, Palazzo Cernezzi e Ica, il concessionario della riscossione tributi comunali. Il tavolo si era aperto dallo scorso ottobre, con l’arrivo di una montagna di avvisi di pagamento per il canone di occupazione, riferiti, con effetto retroattivo, all’anno 2013. Le contestazioni, aggravate da pesanti sanzioni, riguardavano l’assenza delle concessioni. Confcommercio aveva sottolineato come i propri iscritti fossero in possesso di regolare autorizzazione e avevano sempre pagato l’imposta sulla pubblicità. Non era stato versato, invece, il “canone di concessione”.
L’approfondimento sul Corriere di Como in edicola venerdì 1° giugno

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.