L’Aci Rally Italia Talent scatta in Veneto con le semifinali

Dal 31 agosto al 2 settembre ad Adria in pista con Suzuki Swift

(ANSA) – ROMA, 29 AGO – Continua la corsa del Rally Italia Talent post lockdown. Da lunedì 31 agosto a mercoledì 2 settembre l’Adria International Raceway in Veneto ospiterà la semifinale del Grande Fratello dei motori targato Aci. Saranno 140 gli aspiranti piloti e 70 gli aspiranti navigatori provenienti da tutte le regioni italiane, tra cui 50 le presenze in rosa e 31 i minorenni, ammessi alla semifinale della 7^ edizione che si sfideranno a bordo delle Suzuki Swift Sport Hybrid, gommate Toyo, scelte da Aci Rally Italia Talent 2020 come Auto Ufficiale, provando a guadagnarsi l’accesso alla finale dal 14 al 16 settembre, e a vincere nelle categorie previste dal regolamento. La vittoria darà l’opportunità di correre come piloti e navigatori ufficiali nei Campionati o nei Trofei titolati Aci Sport sempre con vetture Suzuki. Per la prima volta, parteciperanno alla semifinale, grazie all’iniziativa Rally Italia Talent Ability, anche 20 diversamente abili scelti tra gli oltre 100 che hanno partecipato gratuitamente alle selezioni regionali per permettere loro di affrontare le prove di destrezza e di sfidare gli altri concorrenti ad armi pari grazie a una Suzuki Swift speciale messa a loro disposizione, con un allestimento studiato con la collaborazione dell’azienda Handytech di Moncalvo d’Asti. Naturalmente la semifinale si svolgerà con tutte le misure di sicurezza e prevenzione previste dal protocollo medico concordato con Aci e Aci Sport in quanto Aci Rally Italia Talent è una iniziativa federale, grazie alla collaborazione del presidente Aci, Angelo Sticchi Damiani, del direttore per lo Sport in ACI, Marco Ferrari, del direttore Generale di Aci Sport, Marco Rogano e dal presidente della Commissione Rally Aci Sport, Daniele Settimo. La 7^ è stata l’edizione record con oltre 10.500 iscritti: sotto il patrocinio di ACI e della FIA, in collaborazione con Generali Italia e AS31 Sportswear che vestirà lo staff degli esaminatori, Aci Rally Italia Talent si adopera per sensibilizzare i concorrenti sul tema della sicurezza. Tale attività di formazione si rivolge soprattutto ai più giovani, per i quali il progetto ideato da Renzo Magnani ha un’attenzione particolare sin dal 2014, anno della prima edizione. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.