Lago verde, forse la causa è la frana in Val Bregaglia

Lago verde, non è solo “colpa” della fioritura di alcune specie di alghe. Il colore caraibico che da alcuni giorni caratterizza il Lago di Como potrebbe infatti avere anche un’altra origine.
A spiegare cosa potrebbe essere accaduto è l’idrobiologo Alberto Negri, collaboratore della Provincia di Como e Lecco e impegnato anche nell’incubatore di Fiumelatte (uno dei più grandi stabilimenti ittiogenici in Europa). «Le particolari sfumature di colore che caratterizzano le acque del Lario in questi giorni hanno natura minerale più che vegetale. E in tal caso è lecito pensare, vista la tempistica, a un collegamento con i recenti smottamenti in Val Bregaglia, al confine tra Italia e Svizzera (la prima frana risale al 2 agosto, poi ne sono seguite della altre). Parte del materiale franoso si è infatti riversato nel fiume Mera, da li è passato nel Lago di Mezzola arrivando fino nel Lago di Como. Qui le microparticelle di alcuni minerali (i colloidi), rimanendo in sospensione e riflettendo la luce del sole hanno creato questo effetto luminoso e questa coloritura particolare», spiega Negri.

Articoli correlati