L’aiuto-parroco: «Rifarei quello che ho fatto»