Lamberti: «Il mondo di oggi partì con l’Apollo 11»

Cosmogonie al Broletto

Corrado Lamberti, astrofisico e divulgatore scientifico comasco, noto per aver diretto con Margherita Hack le riviste astronomiche L’Astronomia e Le Stelle, era studente di fisica quando l’astronauta Neil Armstrong posò il primo piede umano sulla Luna.
Lamberti era ospite oggi per commentare il “Moon day” del telegiornale Etg Target di Espansione Tv. Lo scienziato originario di Lenno, molto attivo sul fronte dell’ecologia, ha rivelato che ha iniziato a studiare fisica proprio grazie all’esplorazione lunare. «Avevo 10 anni quando abbiamo visto in tv l’impresa dello Sputnik, ne parlavamo sempre a scuola tormentando le maestre. Tutto è nato da lì». Lamberti ora sta scrivendo un libro sui fenomeni cosmici che hanno lasciato il segno nella storia della scienza e sui personaggi più straordinari che abbiano frequentato nel corso dei secoli il mondo dell’astronomia. «Persone spesso eroiche, capaci di arrivare alle vette del sapere partendo da condizioni di assoluta indigenza». Per Lamberti «lo sbarco sulla Luna è stato l’inizio del mondo odierno, l’era tecnologica che viviamo. Si sono sperimentati con l’Apollo 11 i computer, progenitori di quelli con cui conviviamo oggi, mentre rimane da esplorare il suolo lunare: una promessa solo in parte compiuta. Speriamo in una nuova conquista del satellite, su cui si stanno investendo molti capitali soprattutto da parte cinese. E il prossimo passo, chissà quando, sarà posare il piede umano sul suolo di Marte».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.