Cronaca

L’apertura della Tangenziale di Como slitta all’autunno

altInfrastrutture e calendari
Il presidente di Pedemontana: «Vi sono stati rallentamenti, ma ora procediamo»
(f.bar.) Tangenziale di Como, si rallenta. I lavori – inseriti nel mastodontico progetto di Pedemontana – subiranno infatti un ritardo di alcuni mesi.
Gli interventi in corso per realizzare i 3 chilometri di strada che si innestano sulla A9 all’altezza di Grandate – al confine con il comune di Villa Guardia – per terminare con lo svincolo di Acquanegra, tra i comuni di Como e Casnate con Bernate, si sarebbero dovuti concludere entro il mese di aprile. Ma non sarà così «In effetti si è

generato un rallentamento nelle opere per svariati motivi – interviene il presidente di Pedemontana, il comasco Maurizio Salvatore Lombardo – ma procediamo comunque senza esitazioni nel completamento dell’infrastruttura».
I lavori delle Tangenziali di Varese e Como si inseriscono nell’ampio piano di realizzazione di Autostrada Pedemontana Lombarda. Ovvero di un’imponente infrastruttura viaria che al termine dei lavori collegherà 5 province (Bergamo, Monza e Brianza, Milano, Como, Varese), in un territorio abitato da circa 4 milioni di persone dove operano più di 300mila imprese che esprimono il 10% del Pil nazionale.
«Ragionevolmente non si terminerà prima dell’autunno – aggiunge il presidente di Pedemontana – Per quanto invece riguarda il resto del tracciato tutti i cantieri aperti e i lavori in corso stanno procedendo regolarmente».
Pedemontana Lombarda è composta da 67 chilometri di autostrada che costituiscono l’asse principale da Cassano Magnago a Osio Sotto, 20 km di Tangenziali (articolati nei sistemi tangenziali di Varese e Como, lunghi rispettivamente 11 e 9 km) e 70 km di opere stradali connesse, che contribuiranno a risolvere la congestione della viabilità locale. «I ritardi annunciati dipendono dai più svariati fattori. Ovviamente da questione finanziarie (in tal senso a inizio aprile con il via libera da parte del ministero delle Infrastrutture all’erogazione di uno stanziamento di 128 milioni di euro per pagare i lavori già fatti si è scongiurato un ritardo maggiore), ma anche dalla burocrazia. A partire, ad esempio, dalle lungaggini necessarie per procedere con gli espropri delle aree dove transiterà Pedemontana», conclude il presidente Lombardo.

Nella foto:
Prosegue il cantiere dell’autostrada Pedemontana ma dalla primavera si è slittati all’autunno per l’apertura della nuova Tangenziale di Como
16 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto