L’apertura di Gaffuri e Fanetti sul nome di Maurizio Traglio
Politica

L’apertura di Gaffuri e Fanetti sul nome di Maurizio Traglio

Maurizio Traglio

Al momento una cosa è certa, sul nome dell’imprenditore Maurizio Traglio, quale possibile candidato sindaco del centrosinistra a sindaco di Como, nessuno alza barricate.
Anzi, dopo il benvenuto da parte dei due concorrenti ufficiali per le primarie, Gioacchino Favara, sindacalista, consigliere comunale del Pd spesso duramente critico sull’operato del sindaco Mario Lucini, e Marcello Iantorno, assessore della giunta Lucini, ieri è giunto il benestare anche del consigliere regionale del Pd, Luca Gaffuri, e del segretario cittadino del Partito Democratico, Stefano Fanetti.
Non un’investitura ufficiale, certo, ma la piena disponibilità all’incontro e alla partecipazione di Traglio alle primarie, qualora durante il confronto non emergessero incompatibilità di pensiero sul futuro della città tra il Pd e lo stesso Traglio.
L’imprenditore, 61anni, azionista della holding che detiene il controllo di Alitalia insieme con il gruppo Etihad, ha del resto due grandi sponsor, come Giorgio Gori, il guru della televisione, ora sindaco di Bergamo, e Alessandro Alfieri, segretario regionale dei Dem.
«Il Partito Democratico è per vocazione e statuto aperto al confronto – commenta Luca Gaffuri – Non vedo come si possa pensare di chiudere, dopo l’uscita di una personalità importante come Maurizio Traglio, che conta anche su un gruppo a supporto. Siamo disponibili ad avviare con lui un dialogo democratico, quando vuole».
Gaffuri spiega anche di non conoscere direttamente Maurizio Traglio.

Luca Gaffuri

«Non ci conosciamo di persona – ammette il consigliere regionale del Partito Democratico – Anche per questo vorrei avviare un confronto con lui. I tempi sono maturi».
Traglio dovrà correre per le primarie?
«Mi pare che abbia già dato questa disponibilità – dice ancora Gaffuri – A livello regionale si è pensato ad un primary day, in marzo, durante il quale si affronteranno una pluralità di candidati, qualora non si raggiunga l’intesa su una sola persona».
Luca Gaffuri non farà le primarie?
«No, l’ho già detto più volte. A livello provinciale si è deciso di puntare su nomi nuovi. Io ho già corso per la poltrona di sindaco di Como dieci anni fa, quindi sono escluso».
La disponibilità a vagliare la candidatura di Maurizio Traglio viene pubblicamente espressa anche dal segretario cittadino, Stefano Fanetti.
«Il dialogo con Traglio e le persone che lo sostengono non può che essere aperto», commenta Fanetti.
Anche il segretario non vuole parlare di investitura ufficiale.
«Credo che sia indispensabile prima capire se c’è tra il Pd comasco e Maurizio Traglio una sensibilità comune sul futuro della città – dice Fanetti – Avere figure imprenditoriali importanti del suo calibro nella competizione non può che essere positivo. La strada per arrivare a un candidato è poi già tracciata e passerà delle primarie, quindi saranno gli stessi elettori a decidere da chi farsi rappresentare».
Una parte del centrosinistra potrebbe essere poco incline alla candidatura di un imprenditore?
«Dopo Renzi, l’orizzonte del centrosinistra è cambiato, tutto è improntato all’innovazione e al cambiamento. Non vedo l’attività imprenditoriale di Traglio come un elemento destabilizzante. Anche perché vogliamo arrivare a una pluralità di candidature e di opinioni. È però indispensabile, ripeto – aggiunge Fanetti – che vi siano punti di contatto sulla visione dello sviluppo della città tracciata in questi cinque anni. Se si parte da idee comuni è poi facile aprirsi verso interlocutori diversi».
Paolo Annoni

13 gennaio 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto