L’appello: «L’ospedale di Menaggio deve tornare nei confini dell’Ats Insubria

«L’ospedale di Menaggio deve tornare nel suo ambito geografico e amministrativo naturale, ovvero nei confini dell’Ats Insubria». Appello del segretario generale della Cisl dei Laghi Adria Bartolich e di Cesare Guanziroli, segretario generale Cisl Medici dei Laghi, che intervengono nel dibattito su una possibile revisione della nuova divisione del territorio stabilita dalla riforma sanitaria regionale.
Il piano ha di fatto smembrato il Lario, diviso tra l’Ats Insubria e quella della Montagna. La divisione territoriale potrebbe essere rivista. «Bisogna tenere conto delle condizioni che si sono realizzate nel tempo e che hanno cambiato il sistema sanitario – dicono i due in un comunicato congiunto – Il servizio può essere pubblico anche con una gestione privata convenzionata e regolarmente controllata. L’obiettivo non è rendere pubbliche tutte le strutture ma fornire il miglior servizio possibile, garantendo il diritto alla salute per tutti». I due esponenti Cisl insistono poi sull’importanza della prevenzione, un altro dei cardini decisivi su cui far ruotare la sanità.
«Occorre pensare a una sanità che abbia al centro la prevenzione e la massima diffusione dei servizi socio-sanitari – si legge nella nota diffusa nelle ore scorse – Il cambiamento demografico e delle condizioni sociali ci obbliga a non mettere sempre più al centro del sistema sanitario l’ospedale, bensì una rete di strutture che intervengono prima e dopo il ricovero».
Infine il segretario generale della Cisl e Cesare Guanziroli chiedono investimenti sul presidio di Menaggio. «L’ospedale centrolariano deve tornare a investire – conclude lo scritto – Altrimenti il semplice cambio amministrativo e il ritorno del presidio di Menaggio all’Ats dell’Insubria sarà un fatto meramente burocratico e una battaglia campanilistica».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.