Larghi nuovo segretario generale della Cisl

L’elezione – La nomina dopo la votazione di ieri. «Politica colpevolmente assente»
Ora è ufficiale, il maggiore sindacato comasco ha una nuova segreteria. Gerardo Larghi con circa l’80 per cento è stato eletto segretario generale della Cisl di Como, succede così a Fausto Tagliabue. Identico risultato per il segretario aggiunto Gloria Paolini, che sostituisce Claudio Ramaccini. L’elezione è avvenuta ieri pomeriggio all’Hotel Leonardo da Vinci di Erba nel Consiglio generale del sindacato. Larghi era già componente della Segreteria uscente (dopo essere stato responsabile

della Cisl Scuola) mentre la Paolini è stata la responsabile della Femca Como, il sindacato dei settori tessile e chimico, seguendo in particolare tutte le ultime gravi crisi aziendali, dalla Ratti alla Mantero.
La Segreteria sarà completata dai riconfermati Mario Piccinelli e Luisa Romano.
«Famiglia, giovani e lavoro sono i macrotemi che ci vedranno impegnati da domani – ha commentato Larghi dopo l’elezione – Manterremo libertà di autonomia di giudizio da ogni partito per non essere mai ricattabili quando andremo a difendere la famiglia, i giovani e il lavoro».
«Abbiamo davanti una crisi di ampie dimensioni – ha detto ancora Larghi – ma essa deve rappresentare per tutti noi uno stimolo e una ragione per dare di più. Il mondo del lavoro comasco uscirà solo se, insieme, si sapranno attivare tutte le risorse e se le volontà agiranno il più possibile in modo coeso».
Secondo il nuovo segretario generale della Cisl la gente si è mossa, la società civile sta facendo in pieno il proprio ruolo, ma si registra una assenza gravissima: «La politica è stata colpevolmente assente – dice – Da essa invece ci attendiamo risposte certe, pronte, fatte di politiche di sviluppo e industriali delle quali però ancora oggi non è dato vedere traccia né nella agenda del governo né in quella del Parlamento; ma nemmeno, occorre pur dirlo, in quelle di molte realtà istituzionali del nostro territorio. Questi ritardi sono inaccettabili, le scelte devono essere fatte in fretta».
Cosa può fare la Cisl per favorire la ripresa?
«Dobbiamo – ha sottolineato Larghi – sostenere il sistema economico attraverso un forte impulso alla contrattazione territoriale e aziendale: così si incrementano occupazione, reddito e tutele dei lavoratori. Per fare ciò è necessario un ulteriore miglioramento delle relazioni con le Associazioni di categoria imprenditoriali. Chiediamo poi maggiori investimenti nell’istruzione e formazione professionale». Al Consiglio generale era presente anche il segretario generale della Cisl lombarda, Gigi Petteni.

Paolo Annoni

Nella foto:
Gerardo Larghi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.