Cultura e spettacoli

Largo ai giovani con l’Orchesta Vivaldi

altStagioni. È intenso il programma di concerti dell’Orchestra Antonio Vivaldi che vede protagonisti il direttore Passerini e il compositore Ratti
Hanno in progetto un Elisir d’amore che lanceranno la prossima estate con nuove scene e nuovi costumi in un tour lombardo, e anche un album e un dvd: ogni loro concerto, a futura memoria, è infatti registrato con quattro telecamere professionali e una traccia audio ad alta risoluzione. Ma, soprattutto, hanno i piedi per terra. Lavorano sodo, con progetti concreti e con intelligenti “corollari” per alimentare la didattica. E sono in costante crescita ed espansione. Sono i ragazzi dell’Orchestra

Antonio Vivaldi, fondata tre anni or sono e guidata dal direttore d’orchestra Lorenzo Passerini, valtellinese, coadiuvato da un comasco, il compositore Piergiorgio Ratti. Ambedue ex allievi del Conservatorio “Verdi” di Como, e appena 23enni. Largo ai giovani, vien da dire.
Ogni concerto della loro stagione cerca di inserire un’opera di Ratti nel libretto di sala, e già questo rappresenta una cifra distintiva. «Per un artista è un’occasione di crescita preziosa – dice il compositore lariano – È un banco di prova coinvolgente sul piano emotivo e anche sul piano tecnico. Ogni partitura viene messa a punto come farebbe un sarto con un vestito su misura. Più che alla singola nota, si pensa alla persona che la esegue. È molto bello».
In attesa di coadiuvare l’Orchestra 1813 del Teatro Sociale nella Cavalleria Rusticana di Mascagni, titolo d’eccellenza del programma dell’Arena estiva del Teatro Sociale in giugno, i giovani della Vivaldi (l’età media è 25 anni, sono tutti professionisti, in buon parte usciti dal Conservatorio “Verdi”, ma “pescano” eccellenze da tutta Italia) hanno in programma un maggio intenso, con sei eventi in totale compresa una tappa a Villa d’Este, il 28 maggio. Da non mancare l’evento di martedì prossimo alle 20, Pierino e il lupo, favola in musica di Sergej Prokof’ev in programma all’auditorium Sant’Antonio di Morbegno, con la presenza del bibliotecario del Conservatorio “Verdi” di Como, e apprezzato musicologo, Luigi Monti.
«Il mio compito sarà quello della voce narrante – dice Monti che è già stato “testato” nello stesso programma in un recital a Tortona – Il concerto, ad ingresso libero, permetterà anche ai più piccoli di ascoltare la splendida favola. L’opera di Prokof’ev, denominata dallo stesso autore “Favola sinfonica per bambini, per voce narrante e orchestra”, è una vera e propria fiaba. I ragazzi della Vivaldi portano la musica in luoghi inusuali come ville e chiostri. Sono un esempio virtuoso di eccellenza e anche di affiatamento, davvero encomiabile. Non è semplice tenere insieme un ensemble di queste dimensioni».
L’appuntamento di martedì avrà un’anteprima alle 10 dello stesso giorno al Teatro Frassati di Regoledo, all’interno del progetto didattico “All’opera con l’opera, musica e civiltà”.

Lorenzo Morandotti

Nella foto:
Da sinistra, il direttore valtellinese Lorenzo Passerini con il compositore comasco Piergiorgio Ratti, anime della “Vivaldi”
10 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto