Largo Borgonovo, iter completato. La moglie Chantal: «Una cosa meravigliosa»

borgo6Calcio – Chantal, moglie dello sfortunato calciatore, è intervenuta ieri sera a “Etg+ Sport”

Un “Etg+ Sport” frizzante quello andato in onda ieri sera su Etv, alla vigilia della gara che gli azzurri giocheranno domani sul campo del Pavia. In studio era ospite Giovanni Dolci, responsabile dell’area tecnica del Como; al telefono si è collegata, tra gli altri, Chantal Borgonovo, moglie dello sfortunato giocatore scomparso lo scorso mese di giugno per una complicanza della Sla, la malattia che lo aveva colpito da anni.
E proprio la chiamata alla moglie di Stefano è stato il momento

più toccante della trasmissione. Nell’occasione è stata infatti commentata l’ufficializzazione della dedica del largo di fronte allo stadio a suo marito. L’iter burocratico ha infatti svolto il suo corso ed è giunto il «sì» ufficiale.
«Quando si era parlato della cosa la scorsa estate sapevo che c’era un iter non semplice – ha detto Chantal Borgonovo – ma ero sicura che sarebbe stato fatto perché Como ha amato Stefano: un affetto ricambiato verso la squadra in cui era cresciuto come calciatore a e in cui aveva iniziato la carriera di professionista. Il fatto che gli venga intitolata la piazza davanti allo stadio è una cosa meravigliosa».
Al centro dell’attenzione del programma, poi, una serie di temi che riguardano la società lariana, con Giovanni Dolci che ha risposto ai quesiti del giornalista Paolo Annoni e dell’opinionista Nino Balducci.
Il dirigente, per fare il punto, ha citato una serie di numeri. «Nelle ultime nove gare abbiamo raccolto 16 punti – ha spiegato – L’unica sconfitta è giunta a Salò a tempo scaduto, con un uomo in meno, alla fine di una gara in cui tutti ci hanno fatto i complimenti».
«Il Como nelle ultime gara si è dimostrato brillante e vivace – ha aggiunto Dolci – ed è sulla strada giusta».
All’inizio della trasmissione si è collegato anche mister Giovanni Colella, che per qualche istante ha parlato della sfida di domani a Pavia. «Ci aspettiamo di andare a fare una buona partita» ha detto, poi ha scherzato sulla presenza di un pandoro in studio, visto che c’era qualcuno che nelle scorse settimane – prima che la squadra iniziasse il ciclo positivo di match – qualche tifoso un po’ troppo caldo aveva sostenuto che il tecnico non meritasse di mangiare il panettone».
In conclusione Dolci ha poi annunciato una nuova iniziativa benefica dei giocatori azzurri, dopo la visita la scorsa settimana alla Pediatria dell’Ospedale Sant’Anna: il capitano Andrea Ardito ha infatti portato i soldi delle multe all’Opera Don Guanella in città.

Massimo Moscardi

Nella foto:
Una sfida fra Como e Pavia del passato: il derby torna domenica alle 14.30 allo stadio Pietro Fortunati

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.