Lariofiere e Villa Erba: confermati gli hub vaccinali

Villa Erba

Due grandi hub a Lariofiere di Erba e a Villa Erba di Cernobbio per chi non ha difficoltà a muoversi e più punti territoriali per evitare spostamenti eccessivi alle fasce più deboli e fragili. Queste le indicazioni sul piano vaccinale in provincia di Como, anticipate lunedì sera dal sindaco del capoluogo, Mario Landriscina, in consiglio comunale.
«Si sta facendo un lavoro complesso anche a livello territoriale con i sindaci del consiglio di rappresentanza di Ats – ha spiegato Landriscina – Ora, i tempi della partita dipendono dalle forniture, che stanno avendo ritardi importanti e mettono a rischio anche il rilancio del territorio», ha spiegato il sindaco.
I modelli organizzativi e operativi sarebbero comunque definiti, così come prosegue l’opera di «arruolamento dei medici di medicina generale per vaccinare la popolazione», ha spiegato Landriscina, a sua volta medico. Chiusa la fase con gli operatori sanitari, la campagna riguarderà le persone sopra gli 80 anni, quindi gli over 65 e via via le altre fasce della popolazione. Oltre ai due grandi hub provinciali e ai punti più capillari, il piano prevede anche la vaccinazione domiciliare per alcune categorie.
«Per le strutture sono stati richiesti spazi importanti – ha spiegato Landriscina – dai 700 ai 7mila metri quadrati e anche oltre i 10mila. Anche l’attesa del vaccino e il post-somministrazione delle dosi dovrà essere confortevole».
Con gli hub fuori dal territorio comunale, Como verrà chiamata a individuare una serie di strutture alternative, oltre a dare supporto in tema di mobilità, parcheggi e collegamento con i mezzi pubblici. Nei giorni scorsi Ats Insubria e Asst Lariana hanno effettuato i sopralluoghi tecnici sia a Lariofiere sia a Villa Erba. Il programma di vaccinazione di massa dovrebbe partire in marzo, salvo ulteriori intoppi. Nelle scorse settimane erano state visionate anche la caserma De Cristoforis, scartata sembrerebbe per difficoltà legate alla gestione della viabilità nell’area, e la zona a ridosso dell’autosilo della Valmulini.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.