L’Arsenal a segno sul Lario

Calcio – Successo della collaborazione tra la società londinese e il Gruppo Sportivo Villa Guardia, iniziata nell’estate del 2009
Un vero successo. Un progetto che quando diventò pubblico, nel mese di agosto del 2009, fece scalpore. Ma ora, a oltre due anni di distanza, è lecito affermare che chi ci ha creduto ha avuto ragione: da 31 iscritti la scuola calcio (ragazzi dai 5 ai 10 anni) del Gruppo Sportivo Villa Guardia è passata ad averne 102.
Il “turbo” è arrivato grazie al Progetto Arsenal Soccer Schools, una collaborazione con il club inglese, che ha portato ad aumentare considerevolmente il numero dei giovani

che giocano con la società lariana.
Una iniziativa voluta da Mario Turconi, il presidente della sezione calcio del Gruppo Sportivo Villa Guardia, affiancato dal responsabile del progetto Giuseppe Curcio.
Una collaborazione effettiva, quella tra la società londinese e il gruppo comasco, non soltanto di facciata, con i tecnici dell’Arsenal che sono giunti in Italia a tenere lezioni ai loro colleghi e con una serie di iniziative – compreso un viaggio in Inghilterra – che hanno coinvolto i calciatori.
Turconi snocciola con soddisfazione le cifre di questo successo. «I ragazzi sono aumentati al punto di metterci quasi in difficoltà per l’elevato numero di iscrizioni – spiega – In pratica quelli della scuola sono triplicati. Da una squadra di Pulcini a 7 giocatori (stagione 2009-2010) siamo passati, quest’anno, ad averne sei».
Il presidente della sezione calcio del Villa Guardia racconta come è cresciuta questa collaborazione. «All’epoca dell’accordo lo scopo era di far crescere il settore giovanile e lo scopo è stato raggiunto, sia sotto il profilo dei numeri, sia sul fronte dei risultati sul campo».
Tra le iniziative, quella su cui l’Arsenal crede molto è “Train the trainer”, ossia la presenza di tecnici inglesi che fanno lezioni a quelli lariani. «Il primo ad arrivare in Italia è stato Paul Shipwright, fondatore e direttore della Scuola Calcio Arsenal, che nel settembre del 2009 ha istruito e poi consegnato il diploma a venti tecnici. Poi si è svolta una seconda serie di lezioni, decisamente intense, visto che partivano alle 8 del mattino e terminavano alle 9 di sera». In questa parte sono stati 8 gli allenatori lariani che hanno seguito i corsi fatti da Andrew Kuprewicz e Nathan Eno.
Un allenatore del Villa Guardia (Matteo Turconi, figlio di Mario) è stato chiamato nel settembre 2011 a Firenze in occasione di Calcio Expo 2011 per illustrare le metodologie di insegnamento di Arsenal Soccer Schools.
Ci sono stati poi una serie di camp estivi, con decine di ragazzi che vi hanno preso parte tra Villa Guardia e la Valmalenco, con gli istruttori comaschi affiancati da Jamie Mc Lynn. Tra le particolarità, il fatto che sia stata sempre prevista un’ora di inglese. E tra gli insegnamenti – questa è una curiosità – quello di giocare sempre la palla rasoterra. Quando il pallone si alzava veniva fischiato fallo.
Tra i momenti più belli di questa collaborazione, la gita “operativa” in Inghilterra. L’ultima è stata nel febbraio del 2011, con una sessantina, tra ragazzi e genitori, che vi hanno preso parte.
Un viaggio che comprendeva la partecipazione a un minitorneo di calcio, la visita allo stadio dell’Arsenal e la visione di una partita dei “Gunners”, in questo caso quella contro il Wigan.
«Non possiamo che essere soddisfatti – dice ancora Mario Turconi – per tanti motivi. Per la crescita che abbiamo avuto, per la condivisione dei metodi di lavoro che ci sono stati suggeriti dai tecnici arrivati dall’Inghilterra e anche per alcuni criteri educativi, come ad esempio l’ora di inglese in occasione dei camp, che aiutano i ragazzi non solo nel calcio, ma anche nella vita».
Ma la carne al fuoco è molta anche per il futuro, con la collaborazione che è destinata a proseguire.
«Nei giorni 27, 28, 29 e 30 dicembre – spiega ancora il presidente – ci sarà la prima edizione di “Advanced Training” per i ragazzi che sono stati individuati durante il 2011 dai vari tecnici che hanno operato nelle diverse strutture».
Dal 3 al 5 febbraio ci sarà poi una nuova gita a Londra con i tornei per i nati nel 1999 e nel 2000. «Dal 9 aprile al 2 giugno si svolgerà la prima edizione di Arsenal Cup, una competizione tra i club del Nord Italia che collaborano con la società inglese, poi, in estate, sono ancora previsti, in luglio, i summer camp tra Villa Guardia e Chiesa in Valmalenco».

Massimo Moscardi

Nella foto:
Un momento del camp estivo organizzato la scorsa estate a Villa Guardia, con il coordinamento dei tecnici dell’Arsenal. In questa iniziativa rientrano anche corsi di inglese

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.