«Asilo politico, troppi i profughi che ne approfittano»

La polemica – Mirko Pontrelli presidente della Circoscrizione 3
«Solo un profugo su 5 tra quelli ospitati in provincia di Como ha i requisiti per ottenere l’asilo politico. Questo significa che la stragrande maggioranza sta abusando dell’accoglienza. Chiediamo che siano attuate le procedure di rimpatrio previste per gli immigrati che non hanno titolo per rimanere sul territorio». Il presidente della Circoscrizione di Camerlata, il leghista Mirko Pontrelli, torna all’attacco sul tema profughi dopo aver ricevuto un rapporto aggiornato sulla situazione
dei 176 richiedenti asilo oggi ospitati in provincia di Como.
«Mercoledì scorso ho avuto un incontro con il prefetto Michele Tortora – spiega Pontrelli – che peraltro ringrazio per la collaborazione e la professionalità. I numeri, schietti e incontrovertibili, sulla situazione dei migranti dimostrano che la maggior parte sta approfittando dell’accoglienza senza aver alcun titolo per richiederla». Tutti i 176 profughi accolti a Como hanno presentato domanda di asilo politico. Secondo i dati della Prefettura, sono 33 (il 18,8%) le richieste accettate. Le pratiche rifiutate sono state 46 (26,1%), mentre i restanti 97 profughi (55,1%) si sono visti rifiutare la richiesta ma hanno presentato ricorso e sono dunque in attesa di un nuovo pronunciamento.
«Chi ha presentato ricorso potrà contare ancora su un periodo di 6-12 mesi prima di avere una risposta definitiva e nel frattempo avrà la possibilità di rimanere nelle strutture di accoglienza – sottolinea Pontrelli – Mi sembra paradossale. Mi chiedo anche chi paghi le spese per tutti questi ricorsi. In ogni caso, chiediamo con forza che si metta fine a questa situazione, procedendo con i rimpatri per chiunque non abbia i requisiti per ottenere l’asilo politico e quindi l’accoglienza».
Pontrelli torna all’attacco anche sull’utilizzo della struttura di Prestino per l’accoglienza ai profughi. «Il centro di Prestino è stato voluto e realizzato per le persone in difficoltà del nostro territorio – dice il leghista – Attualmente l’intera struttura, dotata di tutti i comfort, è destinata ai profughi mentre i “nostri” senzatetto e poveri sono ospitati in un tendone. È una situazione assurda. Prima di offrire accoglienza agli immigrati, che spesso non ne hanno neppure diritto, dovremmo preoccuparci dei bisogni della popolazione locale». Infine, una nota sulla presunta richiesta dei profughi che hanno spalato la neve di essere pagati per il lavoro svolto. «Li abbiamo accolti in alberghi e strutture dotate di tutti i comfort – dice Pontrelli – e quando è stato il momento di ringraziare svolgendo un servizio di poche ore sono andati subito in Comune a battere cassa. Questo mi sembra emblematico di una situazione che non possiamo accettare».

Anna Campaniello

Nella foto:
Il centro di accoglienza degli immigrati a Prestino. Secondo Pontrelli dovrebbe essere utilizzato per i senzatetto italiani

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.