L’assessore Gerosa: «Vicini alla famiglia dell’uomo ferito»

Le reazioni politiche
Rimane ancora ricoverato all’ospedale Sant’Anna, in rianimazione, il 51enne di Capiago Intimiano coinvolto nell’ultimo incidente verificatosi in via Briantea.
Domenica scorsa un ciclista, durante una gara juniores, si è accorto all’ultimo momento della presenza del palo – al centro di accese discussioni ormai da settimane – e per evitare l’ostacolo ha urtato l’uomo che era in piedi davanti al palo proprio per segnalarlo.
E da Palazzo Cernezzi anche ieri non sono stati
rilasciati commenti ulteriori sul futuro di questo palo e della situazione viabilistica complessiva, prima di avere buone notizie dall’ospedale Sant’Anna.
«A seguito dell’incidente, possiamo solo essere vicini alla famiglia della persona attualmente in ospedale e seguire l’evolversi della sua situazione clinica prima di trarre qualunque conclusione in merito all’accaduto».
Questo il commento, nuovamente ribadito anche ieri pomeriggio, dell’assessore alla Mobilità di Palazzo Cernezzi, Daniela Gerosa.
Di questa situazione di potenziale rischio si parla ormai da settimane.
La prima inequivocabile richiesta di chiarimenti all’assessore competente è infatti datata 3 settembre, quando il consigliere del Pdl Marco Butti in una lettera proprio sul tema diceva: «Dopo le richieste di chiarimento di numerosi residenti e commercianti desidero ricevere alcune precisazioni sull’installazione dello spartitraffico a ridosso della tabaccheria. Sono certo che tale decisione sia stata opportunamente valutata dagli uffici ma, personalmente, ritengo che lo spartitraffico crei non pochi problemi alla fluidità del traffico, nonostante sia pensato per migliorarla, oltre a presentare alcuni pericoli in particolar modo per motociclisti e ciclisti che, in occasione di incidenti, potrebbero incorrere in questo pericoloso ostacolo».
Parole dure anche dal capogruppo del Pdl, Laura Bordoli. «In Comune non devono perseverare negli errori già commessi. Tolgano subito il palo e ripensino interamente la viabilità nella zona».

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Un’altra immagine del pericoloso paletto in mezzo alla strada (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.