L’assessore Magatti: «La società condanni gli incivili»

altNei boschi di Monte Olimpino scoperta una discarica abusiva
(f.bar.) Impossibile controllare in maniera sistematica tutte le zone potenzialmente a rischio.
L’inciviltà delle persone, capaci di trasformare la città e le zone verdi in discariche abusive, «deve innanzitutto essere oggetto di una forte sanzione civile, oltre a quelle previste dal regolamento comunale per chi abbandona rifiuti». Le parole sono dell’assessore all’Ambiente di Palazzo Cernezzi, Bruno Magatti che interviene dopo la scoperta, nei boschi sopra Monte Olimpino, dell’ennesima

discarica abusiva.
Le colline sono infatti invase da vecchi televisori, pc, rifiuti e persino da un lettino per neonati.
«In passato ho parlato anche con il custode del cimitero di Monte Olimpino e il sospetto è anche che siano, a volte, cittadini svizzeri a varcare il confine per abbandonare i rifiuti. A breve faremo nuovamente il punto della situazione con i vertici della polizia locale per studiare un’efficace azione di prevenzione», aggiunge sempre Bruno Magatti.
«Bisogna inoltre sempre ricordare che i costi per smaltire il pattume ricadono inevitabilmente sulla collettività», conclude l’assessore.

Nella foto:
Un’immagine eloquente dei molti rifiuti gettati nei boschi della cintura lariana

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.