L’assessore: «Vediamo già i primi risultati positivi»

La risposta del Comune
E nei prossimi giorni saranno operativi i controlli delle guardie ecologiche
(a.cam.) «Stiamo pagando un ritardo nella distribuzione dei bidoni e abbiamo chiesto all’azienda di velocizzare le operazioni perché vogliamo chiudere al più presto questa fase di transizione. In ogni caso, si vedono già i primi risultati positivi perché l’indifferenziato in una settimana è calato del 37%».
Nuovo incontro, ieri, tra l’assessore all’Ambiente del Comune di Como, Bruno Magatti, e Aprica, la società che gestisce la raccolta in città. Un vertice voluto per fare il punto della situazione una settimana dopo l’avvio della rivoluzione e chiarire soprattutto il problema del ritardo nella consegna dei bidoni per la raccolta differenziata ai condomini.
«In città murata, la distribuzione è stata praticamente completata e siamo a buon punto in alcuni quartieri come Ponte Chiasso, Sagnino, Tavernola e Monte Olimpino – dice Magatti – In altre zone invece la consegna è ancora ferma al 50%, in particolare a Trecallo, Camerlata, Prestino e Breccia. Mi dispiace per questo ritardo, perché ci sono cittadini che stanno già lavorando bene ma che sono in difficoltà per l’assenza, ad esempio, del bidone per l’umido».
L’assessore all’Ambiente però parla già di risultati positivi tangibili. «Abbiamo fatto un confronto sull’indifferenziato in città conferito fra martedì 27 e sabato 31 maggio e poi nella settimana successiva, dal 3 al 7 giugno – spiega Bruno Magatti – Il dato è sceso da 380.900 chilogrammi a 241.080, con una riduzione del 37% circa. Significa che la nuova raccolta inizia già a funzionare».
Nei prossimi giorni entreranno in gioco anche le guardie ecologiche. «Verranno dotate di appositi adesivi per etichettare i sacchetti esposti in modo improprio – spiega l’assessore all’Ambiente – In questo modo, i cittadini sapranno che i sacchi sono sulla strada non perché l’azienda non è passata a ritirarli, ma perché sono stati esposti in modo non corretto».

Nella foto:
L’assessore all’Ambiente di Como, Bruno Magatti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.