Sport

Laura Spreafico ha festeggiato il suo primo scudetto

altIntanto c’è chi agli spareggi ha già vinto
Gioia per la giocatrice di Asso, che con Schio ha conquistato il “triplete” tricolore
Laura Spreafico, classe 1991, di Asso, con le venete del Famila Schio ha conquistato il tricolore 2014 di basket femminile, superando nella finalissima il Ragusa.
«Sto realizzando piano piano quello che è successo. Ho vinto il mio primo scudetto in serie A». Sembra quasi stropicciarsi ancora gli occhi, gonfi di lacrime di gioia, l’ala cresciuta cestisticamente in Comense, che una settimana fa ha realizzato il sogno tricolore.

Lei, peraltro, aveva già raggiunto il gradino più alto del podio proprio in nerostellato nel 2007 ma con l’Under 16.
Un successo arrivato in rimonta, quello della Famila Schio, e innescato dai canestri pesanti di un’altra ex Comense, Laura Macchi, che ha spianato la strada per il 68-54 finale.
Spreafico in gara 5 non ha giocato ma non ha fatto mancare il suo apporto dalla panchina: «Perché vincere lo scudetto in casa, davanti ai nostri tifosi, è stato qualcosa di spettacolare, una sensazione incredibile», spiega la giocatrice di Asso.
E pensare che a un certo punto si era messa male la serie tricolore: la sconfitta casalinga in gara 3 aveva messo Schio con le spalle al muro. «Sapevamo fin dall’inizio che sarebbe stata una finale impegnativa, ma ovviamente il momento più difficile è stato giocare gara 4 in Sicilia quando eravamo sotto per 1-2 nella serie».
«Una partita senza domani, da dentro o fuori, davanti a 4.000 persone caldissime – aggiunge Laura – Non capita tutti i giorni, ma penso che vincere quella sfida ci ha dato la spinta giusta per riportare la serie in parità e andare a conquistare il tricolore».
Un successo che ha completato alla grande il triplete nazionale, visto che il 6° scudetto della storia di Schio va ad aggiungersi alla Supercoppa Italiana e alla Coppa Italia centrate nel campionato 2013-2014. Non male, per Spreafico, come prima stagione da “orange”.
«È stato un anno molto positivo – spiega – lungo e caratterizzata da alti e bassi, esaltante non solo per i successi che abbiamo conquistato sul campo, ma anche per la mia crescita individuale. Ho ancora tanto cammino da fare, sono all’inizio ma è bello godersi questo scudetto».
La lariana, però, non ha avuto troppo tempo per festeggiare, perché domani raggiungerà la Nazionale azzurra in raduno a Roma in preparazione delle qualificazioni ai prossimi campionati europei.
L’Italia del tecnico Roberto Ricchini, che in passato ha allenato anche la Comense, parteciperà nel mese di giugno alle qualificazioni in vista dell’EuroBasket Women 2015, nel girone anche Estonia, Lettonia e Portogallo.
Tra le azzurre che ha chiamato ci sono una serie di atlete note agli appassionati che in passato hanno seguito le vicende della Comense, squadra che per anni ha dominato la scena nazionale e internazionale, che ora ha chiuso i battenti.
Nell’elenco delle convocate ci sono infatti, oltre alla stessa Laura Spreafico, le ex nerostellate Martina Fassina, Giulia Gatti (che con la maglia di Ragusa ha conteso lo scudetto fino all’ultimo alla Famila Schio) e Raffaella Masciadri. Pure quest’ultima è stata protagonista, al pari di Macchi e dell’assese, nella corsa terminata con la vittoria del campionato italiano 2013-2014. Per Masciadri, pure prodotto del vivaio della Comense, è il decimo titolo della carriera.

Nella foto:
In nerostellato
Laura Spreafico, assese del 1991, è cresciuta nel vivaio della Comense, con cui ha conquistato, qualche anno fa, lo scudetto Under 16 e ha poi esordito in prima squadra (nella foto). Nell’ultima stagione è passata alla Famila Schio, con cui ha ottenuto un bel “triplete” tricolore, con Coppa Italia, Supercoppa e Campionato italiano
10 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto