L’autobus non lo fa salire, abbatte la porta a calci e pugni: 24enne a processo

Lunedì dell'Angelo a Como

Il fatto avvenne in via Milano a Como Il fatto avvenne in via Milano a Como

L’autobus non l’aveva aspettato – questo almeno stando al suo racconto – e così aveva pensato bene di abbattere a calci e pugni la porta a vetri del torpedone. Con questa accusa un 24enne ticinese residente a Faido, è finito a processo.

Il fatto avvenne a Como, in via Milano, il 17 settembre 2015. L’autobus preso di mira fu quello della linea 1 in viaggio da San Fermo della Battaglia a Ponte Chiasso. Il pullman, con la porta rotta, si fermò e sul posto arrivarono le volanti della polizia che identificarono il ragazzo. L’accusa è di danneggiamento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.