Lavori in piazza De Gasperi: spostati i tavolini e la stazione del bike-sharing

I lavori in piazza De Gasperi (foto Fkd) I lavori in piazza De Gasperi (foto Fkd)

Via la stazione del bike sharing, che verrà poi riposizionata. Via anche sedie e tavolini.
È partito ieri mattina come da programma, nonostante il meteo, il cantiere per la riqualificazione di piazza De Gasperi sul lungolago comasco.
Un progetto sicuramente atteso, visto che interviene su uno dei luoghi di grande pregio turistico. La trasformazione della piazza effettuata nelle ultime stagioni, da parcheggio a ristorante all’aperto, ha dimostrato tutta la potenzialità della zona. Così il Comune ha scelto di investire sull’arredo urbano. I lavori però non potranno chiudersi prima dell’avvio, il prossimo primo maggio, di Expo 2015, l’Esposizione universale che attirerà in Lombardia 20 milioni di turisti da ogni parte del mondo, molti dei quali potrebbero arrivare anche in riva al lago.
Il piano ideato per piazza De Gasperi ne prevede la parziale pedonalizzazione.
Spazio poi a una nuova pavimentazione, in parte cubetti di porfido, in parte pietrischetto di porfido. L’intervento, che prevede di raccordare il fronte edificato della piazza con l’attuale marciapiede a lago, porterà anche alla posa di 14 piante, con impianto di irrigazione automatica. Prevista anche la realizzazione di una nuova rete di smaltimento delle acque piovane, mentre verranno adeguati gli impianti superficiali di raccolta e dei relativi allacciamenti in viale Geno.
La riqualificazione porterà inoltre alla parziale sostituzione, nella piazza e nel vicino viale, degli attuali sistemi di illuminazione attraverso l’utilizzo di led per garantire un risparmio energetico e una riduzione dell’inquinamento luminoso.
I lavori, al via ieri, termineranno intorno alla metà di giugno, quando si sposteranno in viale Geno, dove – sempre all’interno del progetto di riqualificazione della zona – verranno piantumate nuove piante e risagomate le aiuole esistenti, che saranno delimitate da cordoli in granito San Fedelino. Verranno poi posate essenze erbacee perenni e saranno sostituiti gli attuali elementi di arredo urbano (panchine e dissuasori) con sedili in granito San Fedelino.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.