Sport

«Calcio Como, adesso comincia una nuova era». Ecco il piano dei dirigenti per il futuro

Archiviata la stagione 2011-2012
Dopo la salvezza, la proprietà del club è già concentrata sulla prossima stagione
E adesso piazza pulita. Lo hanno chiesto i tifosi ed è quello che si appresta a fare la società. Al Calcio Como ci si prepara a cambiare tutto dopo la conclusione del campionato di Prima Divisione, terminato con la salvezza.
Del resto Daniele Brunati, portavoce della società, domenica scorsa al termine della gara con la Ternana, pareggiata 0-0, è stato chiaro: «Da questa settimana comincia una nuova era». Anche perché il Como che i nuovi dirigenti si sono ritrovati era un “Frankenstein”, con la squadra messa assieme
e poi cambiata nel tempo – anche con scelte decisamente discutibili – dai vari Antonio Di Bari, Antonio Tesoro e Amilcare Rivetti.
Ora, dunque, si riparte da zero. A livello dirigenziale, Amilcare Rivetti rimarrà presidente, ma di fatto l’operatività reale sarà nelle mani del gruppo di imprenditori che è entrato nella società da qualche mese con l’attuale vicepresidente Pietro Porro, che di fatto si assumerà la responsabilità delle decisioni che riguardano la sfera tecnica.
Il primo tassello sarà quello del direttore sportivo e, come ha scritto il “Corriere di Como” nei giorni scorsi, in pole position c’è Mauro Gibellini, ex giocatore della squadra azzurra negli anni ’80 e attualmente al Verona. Molto dipenderà, sulla sua scelta, da come andrà a finire il campionato della squadra veneta.
Una volta scelto il diesse sarà la volta dell’allenatore. Difficile che Ernestino Ramella sia confermato, visto che ai dirigenti piacerebbe portare sul Lario un emergente, un tecnico ambizioso che arrivi magari dalle categorie inferiori e che possa trovare sul Lario un trampolino di lancio.
Per quanto riguarda i giocatori, l’ipotesi più accreditata è che vengano tutti congedati. E quando si dice tutti, vuol dire davvero tutti. Saranno trattenuti solo quelli con il contratto già firmato, come il portierino Dan Twardzik, il centrocampista Andrea Ardito, il difensore Daniele Ghidotti e l’esterno Simone Fautario, che è stato mandato in prestito al Frosinone e l’anno prossimo potrebbe avere una chance sul Lario.
Sono poi da valutare le condizioni del giovane Francesco Bellitta, rimasto fermo per infortunio per tutta la stagione, un elemento che gli addetti ai lavori dei grandi club hanno sempre seguito con attenzione.
E tra gli atleti nel mirino c’è il comasco doc Matteo Bianchetti, nel giro della prima squadra dell’Inter ma che da sempre sogna di giocare nel club della sua città. Magari l’anno prossimo potrebbe essere davvero così.

Massimo Moscardi

Nella foto:
Francesco Bellitta, bloccato quest’anno da un infortunio
8 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto