«Calibrati gli orari e corrette tutte le criticità»

altL’assessore Daniela Gerosa

(f.bar.) Ora è tutto pronto. La Ztl può partire.
I dettagli tecnici e gli orari di accesso sono definiti. Permessi e categorie esenti sono state comunicate. «È stato fatto un lavoro approfondito soprattutto da parte della polizia locale che ha analizzato tutti gli accessi dell’ultimo anno e mezzo per capire la realtà esistente e calibrare i nuovi orari. Abbiamo messo a punto ogni dettaglio e corretto eventuali criticità. Ad esempio, sono stati riammessi, senza limitazioni seppur con

l’autorizzazione, i mezzi elettrici adibiti ai servizi di consegna», dice l’assessore alla Mobilità di Palazzo Cernezzi, Daniela Gerosa.
«Si è realizzato uno studio analitico per evitare il sovraffollamento dell’area. Tutto è stato attentamente valutato», aggiunge l’assessore.
Ormai non manca altro che l’avvio vero e proprio. A livello generale va ribadito ancora una volta come nell’area di piazza Roma, nella prima fase – quella che scatterà il 17 febbraio – il transito e le fermate dei bus ai Portici Plinio non verranno modificate. Successivamente, con l’installazione del semaforo in via Rodari, i mezzi pubblici saranno spostati e transiteranno in due sensi di marcia da piazza Roma, liberando i Portici Plinio. Sempre qui, in futuro, un’area servirà per il carico e scarico dei bus turistici. Nell’area di piazza Volta, la Ztl sarà attivata nelle vie Grassi e Garibaldi dove i parcheggi diventeranno gialli, mentre in via Rubini verrà istituito il doppio senso di circolazione, eliminando gli attuali posti.
Sempre in piazza Volta (zona Jasca) resteranno alcuni stalli blu.
In seguito, la Ztl comprenderà anche via Rubini e piazzetta Jasca.

Nella foto:
Daniela Gerosa, assessore alla Mobilità del Comune di Como (foto Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.