«Carioni sindaco? Tutto può accadere»

Il segretario leghista Tolettini: «È presto ma non escludiamo nulla»
Boutade o progetto potenzialmente in grado di sconvolgere gli equilibri del centrodestra lariano? Anche la Lega si interroga sull’ipotesi che il presidente della Provincia, Leonardo Carioni, possa candidarsi a sindaco di Como per le elezioni della prossima primavera.
Gli indizi raccolti finora sembrano accreditare la reale intenzione del numero uno di misurarsi con la sfida del capoluogo. Da un lato perché Carioni ha già avviato sondaggi veri e propri sui residenti della città per capire

quale sia il potenziale gradimento.
Dall’altro perché ieri sul tema è intervenuto il segretario provinciale del Carroccio, Cristian Tolettini. Il quale – pur premettendo che «questi discorsi sono ancora prematuri» – ha accolto la provocazione del presidente di Villa Saporiti.
«Le decisioni di questa importanza vengono prese dalla nostra segreteria federale – ha affermato Tolettini – e per ora, visto anche ciò che accade a Roma, non è stata fatta alcuna scelta. Detto questo, però, ritengo naturalmente Carioni come una nostra punta di diamante, quindi non possiamo escludere nulla per il prossimo anno». Il segretario provinciale del Carroccio ricorre poi a un celebre motto per chiudere il discorso: «Non possiamo dire oggi se alle elezioni amministrative andremo da alleati del Pdl oppure da soli. Però, tornando a Carioni, mi viene da dire che quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare».
Una battuta di spirito, quella di Tolettini. Ma che il Carroccio sogni la corsa solitaria è un fatto.

Emanuele Caso

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.