Cronaca

«Chi arriva qui ha iniziato da giovane»

altNella Comunità Arca

Si può intervenire direttamente su chi organizza i viaggi dello sballo per Capodanno? La questione è aperta dopo la pubblicazione sul “Corriere di Como” della notizia relativa ai viaggi nei “Cannabis social club” di Barcellona. Tra l’indignazione e la consapevolezza che il fenomeno da reprimere è prima di tutto quello dello spaccio “sotto casa”, ecco la voce di chi si trova alla fine della filiera della droga e cerca di recuperare i tossicodipendenti. Don Aldo Fortunato, sull’Arca, in

quarant’anni di instancabile lavoro ha fatto salire 2mila persone con gravi problemi di droga.
«Io non lavoro con i minorenni – dice don Aldo – ma tutte le persone che sono passate dall’Arca hanno iniziato con hashish e marijuana quando erano adolescenti. Fortunatamente non tutti i ragazzi che fumano spinelli diventano tossicodipendenti, ma io vivo sempre con grande preoccupazione le liberalizzazioni».
Per lo spinello legalizzato prima si dovevano raggiungere i coffee shop di Amsterdam, poi per un po’ è bastato arrivare a Chiasso, ora c’è la Spagna. «Gli anni dei canapai ticinesi sono stati devastanti – dice il fondatore dell’Arca – Gli svizzeri fanno le cose per bene e così avevano realizzato una droga leggera con effetti più devastanti della cocaina. Mi vennero a cercare dal Ticino perché le scuole del Luganese e del Mendrisiotto erano piene di zombie. Non dobbiamo mai smettere di combattere contro la droga».

Paolo Annoni

Nella foto:
Don Aldo Fortunato
30 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto