«Chiudere subito la struttura». L’idea shock di Acelti (Pdl)

Le proposte dei consiglieri comunali
Le cifre, almeno in parte, erano già note. Ma a sentirle snocciolare in sequenza, una dopo l’altra, hanno provocato un effetto spiazzante. Nella sala dove ieri pomeriggio si è svolta l’audizione del presidente di Como Servizi Urbani (Csu), Mariano Montini è sceso il silenzio.
L’elenco ininterrotto di fatturati in calo, ma soprattutto il rendersi conto che anche per il futuro ci sarà ben poco da fare, hanno in un primo momento lasciato i consiglieri presenti senza parole. Ma poi la discussione si è animata. «Chiudiamo immediatamente il parcheggio sotto l’ex ospedale – ha tuonato Giovanni Acelti (Pdl) – È un buco nero
che sta inghiottendo cifre sempre più grandi. E sembra non ci sia alcuna via d’uscita». La necessità di intervenire è stata espressa anche da Donato Supino (Rifondazione). Dubbi legittimi che però Mariano Montini non ha saputo fugare, visto che sulla struttura di Valmulini sono già state sperimentate, in passato, promozioni e offerte particolari. Da sconti per il periodo natalizio e per quello dei saldi, fino a promozioni studiate per chi avesse acquistato un abbonamento mensile. Tutte senza successo.
«Bisognerebbe riuscire a incrementare l’afflusso di macchine nell’autosilo da parte di chi lavora ancora all’interno del vecchio Sant’Anna – ha detto ancora Donato Supino – e riuscire a capire in maniera completa quale potrà essere, in futuro, l’afflusso di persone nel vecchio monoblocco una volta che il progetto della cittadella sanità sarà realtà».
Ma l’autosilo della Valmulini non è la sola criticità.
Di recente, e precisamente dall’apertura del nuovo autosilo del Valduce in viale Lecco, è stato evidenziato un calo nel fatturato anche per l’autosilo di via Auguadri. Intanto in discussione c’è anche, sempre in tema, il nuovo piano della sosta. «So che il dirigente del settore Mobilità, l’ingegner Pierantonio Lorini, lo sta elaborando. Si tratta di un nuovo progetto per regolamentare tutta la Convalle. Si interverrà sia sui posti blu che sui parcheggi per i residenti», ha aggiunto lo stesso presidente di Como Servizi Urbani.
Oltre che di parcheggi e viabilità, nella riunione di commissione si è discusso anche del buco dell’ultima mostra, argomento che ha acceso gli animi.

Fabrizio Barabesi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.