«Comune e Camera di Commercio stanno lavorando con le aziende». E spunta un evento al Sociale

 

altAttilio Briccola (SistemaComo2015)

(e.c.) «Le accuse di Carioni? Non meriterebbero nemmeno una replica. Poi, vorrei ricordargli che al tavolo per Expo partecipano le sue due vice e persino il segretario generale della Provincia. Forse è lui a doversi aggiornare». È un Attilio Briccola “spumeggiante” quello che ieri – da Tokyo – ha replicato agli affondi del commissario straordinario di Villa Saporiti su Expo 2015 (strali preceduti, peraltro, dai dubbi dell’assessore comunale Lorenzo Spallino sull’effettiva mobilitazione del

Lario verso l’evento). Briccola, d’altra parte, è alla guida di SistemaComo2015, l’organismo che riunisce Camera di Commercio, Comune di Como e (teoricamente) la stessa Villa Saporiti e che ha il compito di fare squadra con le realtà imprenditoriali, scientifiche e culturali della provincia in vista dell’Esposizione Universale.
«Il lavoro su Expo, a Como e in provincia, è iniziato 3 anni fa – afferma Briccola – La stessa amministrazione provinciale, in origine, aveva radunato la Camera di Commercio e Palazzo Cernezzi in un gruppo di lavoro, ma lo strumento non si è rivelato efficace. E anche per questo motivo è nato SistemaComo2015, con il coordinamento in capo principalmente alla Camera di Commercio».
«In questo periodo – afferma Briccola – ci siamo occupati di contattare i Paesi che saranno presenti a Expo, ne abbiamo riunito le delegazioni in un evento a Villa Erba e abbiamo aperto i canali diretti per entrare in contatto con un centinaio di nostre aziende. Non si può ignorare che, anche soltanto per la realizzazione dei padiglioni alla Fiera di Milano, le nostre aziende potrebbero entrare in gioco. Non sappiamo se questo accadrà, ma era essenziale fare il tentativo e comunque siamo già certi che, nel mondo, il nome di Como sarà più conosciuto». L’imprenditore aggiunge: «Abbiamo anche cercato di far capire al territorio l’importanza di Expo, partecipando a “Young” a Lariofiere e a eventi simili». C’è, poi, la possibilità che il Lario possa avere uno spazio fisico all’interno di Expo. «Ne parleremo lunedì prossimo al Tavolo per la competitività – conferma Briccola – Potrebbe essere uno stand di circa 40 metri quadri, magari assieme ad altre realtà a noi simili. E sul fronte culturale, con il Comune, già si pensa ai festival della luce e del cinema in concomitanza con Expo». Briccola non conferma, ma probabilmente molti dettagli in più si potrebbero avere in un grande evento organizzato al Teatro Sociale entro fine mese.

Nella foto:
Il rendering del Padiglione Italia per Expo. Potrebbe trovarvi spazio anche Como

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.