«Congresso Pdl forse il 29 gennaio. Traglio? Lo conosco poco»

Il versante politico
Non soltanto di questioni amministrative ha parlato il sindaco di Como, Stefano Bruni, durante il brindisi di fine anno. Impossibile, infatti, non sfiorare almeno il tema delle prossime elezioni comunali, che metteranno fine al doppio mandato dello stesso Bruni. Prima ancora del voto, peraltro, il Pdl dovrebbe affrontare la prova del congresso. E ieri il sindaco ha anche azzardato una data possibile.
«Verosimilmente – ha affermato il primo cittadino – il congresso provinciale del Pdl sarà

fissato per fine gennaio, probabilmente il giorno 29». Una primizia, questa, poiché finora non era emersa alcuna indicazione precisa sul giorno esatto dell’evento. Resta da vedere, naturalmente, se questa indiscrezione troverà poi conferma.
Altro tema caldissimo è quello del successore di Bruni a Palazzo Cernezzi. O, almeno, dell’aspirante successore per il centrodestra comasco.
«Entro un mese dal 29 gennaio potrebbero svolgersi le primarie – azzarda ancora il sindaco – È giusto che questo strumento sia sfruttato, naturalmente a patto che siano uno strumento democratico veramente aperto alla cittadinanza. Ogni elettore deve potersi esprimere». Un monito, questo, a chi – all’interno del Pdl – sostiene la tesi che le primarie dovrebbero vedere soltanto il coinvolgimento degli iscritti, senza essere aperte a tutti gli elettori di centrodestra.
«Io, comunque – ha aggiunto il sindaco – sosterrò pienamente il candidato scelto con le primarie, chiunque esso sia. Rispetto ai nomi che circolano oggi non posso dire niente, voglio aspettare le candidature ufficiali».
Solo un accenno, infine, al nome emergente dell’imprenditore Maurizio Traglio.
«Lo conosco poco – ha detto Bruni – Ricordo, però, che quando organizzavamo le feste del Movimento Popolare, tanti anni fa, uno dei grandi sponsor era l’azienda del padre, la Traglio della Coca Cola. Di recente, però, non l’ho mai né incontrato né sentito in altri modi».

Nella foto:
In vista delle elezioni amministrative, il Pdl è atteso da due scadenze importanti: il congresso e le primarie

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.