Cronaca

«Dal sindaco promesse tradite»

alt Il deputato della Lega Nord Nicola Molteni
Il Carroccio valuta anche il ricorso al Tar
(f.bar.) «Non è un problema di convivenza ma di promesse tradite. Di bugie. Sono quelle del sindaco di Cantù e della sua lista».
Non usa mezzi termini, il deputato lariano della Lega Nord, Nicola Molteni, nel commentare la creazione del coordinamento “Liberi insieme”, nato per favorire l’integrazione e aperto alla futura realizzazione di una moschea a Cantù. Nel gruppo anche esponenti di Lavori in corso, lista civica a sostegno di Claudio Bizzozero. «Possono coordinarsi come meglio

credono – dice sempre Molteni – Il problema è però un altro. In campagna elettorale e una volta entrato in Comune, il primo cittadino ha sempre detto che ogni decisione sull’opportunità o meno di costruire una moschea sarebbe passata attraverso un referendum. Così non è stato. La tanto invocata partecipazione dov’è?».
La vicenda è nota: tutto nasce dal Piano di Governo del Territorio (Pgt), all’interno del quale è stata approvata l’osservazione di un privato, che chiedeva di aggiungere la dicitura “luogo di culto” tra le destinazioni d’uso di un capannone. Nell’osservazione al Pgt non veniva specificata la confessione del luogo di culto anche se il futuro dell’area sembrerebbe essere definito. Da qui la dura reazione della Lega che ormai da mesi raccoglie firme – porta a porta – per frenare il progetto. «Continuano a raccontare bugie. Noi siamo tra la gente e più del 95% delle persone incontrate è contrario alla moschea che, oltre a essere un luogo di culto, è anche luogo d’odio e violenza – aggiunge Molteni – Il sindaco continua ad anteporre gli interessi degli immigrati a quelli dei suoi concittadini». L’idea è di insediare la moschea in un capannone di via Milano – nella frazione Mirabello di Cantù – in un’area industriale. Ma gli imprenditori – circa una trentina – che avranno come vicini i musulmani non sembrano essere contenti. Stasera si riuniranno in assemblea per decide come poter contrastare il piano. Tra le possibilità anche quella di un ricorso al Tar.

Nella foto:
Il corteo organizzato dalla Lega Nord a Cantù contro la possibile realizzazione di una moschea
7 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto