«Datemi 2 milioni o uccido». Ma è uno scherzo

Denunciato l’autore delle telefonate
«Fatemi avere 2 milioni di euro o ucciderò qualcuno». La minaccia, ripetuta più volte al telefono a un’operatrice di un call center di Roma, è costata a un 43enne di Caglio una denuncia per procurato allarme.
Identificato dai carabinieri, l’uomo si è giustificato dicendo che voleva soltanto fare uno scherzo. Giovedì mattina, utilizzando il telefono fisso della sua abitazione di Caglio, il comasco ha chiamato per otto volte consecutive il centralino di “Tele-Contact”, a Roma
. All’operatrice, l’uomo ha ripetuto di essere pronto a uccidere qualcuno e ha chiesto con insistenza, per desistere, che gli fossero consegnati 2 milioni di euro.
L’ostinazione dell’uomo dall’altra parte del telefono e le ripetute minacce hanno spaventato la centralinista, che ha deciso di rivolgersi ai carabinieri della Capitale.
I militari dell’Arma di Roma hanno rapidamente individuato il numero dal quale partivano le telefonate e hanno contattato i carabinieri della caserma di Asso, informandoli della situazione.
Gli uomini dell’Arma lariana hanno rapidamente raggiunto l’abitazione del 43enne di Caglio. L’uomo era in casa e si è stupito dell’arrivo delle forze dell’ordine. Incalzato dai carabinieri, ha ammesso di essere l’autore delle telefonate e si è giustificato ripetendo di essersi divertito con lo scherzo telefonico ma di non aver mai avuto l’intenzione di far male ad alcuno.
È stato denunciato a piede libero per procurato allarme. L’episodio è già stato segnalato all’autorità giudiziaria, che procederà con i necessari provvedimenti.

Anna Campaniello

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.