«Dopo la strage in Norvegia niente sarà più come prima»

Comasco a Oslo
Un botto fortissimo, che ha fatto tremare tutta la capitale nordica. È quello che ha sentito Luca Roncoroni, 38enne architetto comasco, che dal 2001 vive in Norvegia e che venerdì pomeriggio si trovava a Oslo quando, alle 15.26, si è verificato il primo dei due attentati».
Leggi l’articolo di D’Angiò in CRONACA

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.