Le botte prima dei botti, ai giardini scoppia la rissa

alt«Siete pronti? Preparate le bottiglie…».
I due speaker del Capodanno ai giardini (il dj Giuseppe Rondinelli e Sarah Paoletti) erano già gasati e pronti al conto alla rovescia quando davanti ai loro occhi, sotto il palco, si è scatenata una maxi-rissa. Una ventina le persone coinvolte, per lo più giovanissime e alterate dall’alcol, che hanno inscenato un minuto buono di pugni, schiaffi e calci.
Attimi di tensione e apprensione (pare scaturiti da un diverbio per una spinta tra due

contendenti) e poi degenerati con due gruppi che si sono fronteggiati. «Noooo», hanno tuonato a questo punto dal palco, «ci vorremmo divertire. Non c’è qualcuno che li porti via?».
Ma gli esagitati, a pochi secondi dal 2014, si sono dileguati in mezzo alla folla. Non si hanno notizie di contusi. Anche se al Sant’Anna un ferito per una rissa (non si sa se la stessa) è poi giunto: si tratta di un 25enne milanese che è stato medicato per un trauma facciale ed è poi stato dimesso con una prognosi di dieci giorni. La notte dei litigi è stata chiusa da una coppia che ha pensato bene di accapigliarsi davanti alla Questura, richiedendo l’intervento degli agenti.
Decine gli ubriachi
Non è mancato, come tradizione vuole, il conteggio dei giovani e giovanissimi finiti al pronto soccorso per intossicazioni dovute all’eccesso di alcol. Gli ospedali della provincia hanno così dovuto curare decine di ragazzi (almeno una ventina) tra cui anche minorenni, che avevano accusato malori. Interventi a Como in viale Sinigaglia attorno alle 2 (una 19enne e due ragazzi di 16 e 23 anni), a Tavernerio (una ragazza di 22), a Cantù, a Menaggio (cinque i ragazzi in ospedale), ma anche a Erba (due giovani di 24 anni) e al Valduce di Como. Nessuno per fortuna sarebbe in gravi condizioni. Ma proprio un ubriaco finito al Valduce, un 41enne regolare del Pakistan residente a Milano, è poi stato denunciato dalle volanti sia per l’ubriachezza molesta, sia perché, una volta rilasciato, ha pensato bene di urinare sui muri della Questura. Immediata la segnalazione pure per imbrattamento e atti contro la pubblica decenza.
ferito a un occhio
I botti di Capodanno per fortuna non hanno invece creato problemi. Al pronto soccorso di Menaggio è finito solo un 43enne di Porlezza che ha rimediato una lesione a un occhio per l’esplosione di un grosso petardo. Le sue condizioni non sono preoccupanti.
Incendio per una lanterna
Qualche guaio ha invece causato una lanterna cinese che ricadendo al suolo si è appoggiata su alcune balle di fieno incendiandole. I vigili del fuoco sono così dovuti intervenire nella notte – intorno all’1.30 – in via Volta a Cucciago per spegnere il rogo evitando danni peggiori. Da segnalare infine gli immancabili vandalismi – danneggiati i panettoni di via Cigalini a Como – e un incidente stradale senza gravi conseguenze nella galleria di Cernobbio intorno alle 6.20. Una donna di Lanzo Intelvi di 37 anni, è finita al Sant’Anna ed è poi stata dimessa con una prognosi di dieci giorni.

Mauro Peverelli

Nella foto:
A sinistra, i panettoni di via Cigalini che sono stati distrutti dai vandali. Molti gli interventi in tutta la città e in provincia da parte del 118 e delle forze dell’ordine, ma per fortuna non sono stati segnalati casi di eccessiva gravità (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.