Cronaca

Le due facce del capoluogo. Primo Maggio in corteo ma anche a fare shopping

alt La giornata di festa a Como
(f.bar.) Primo Maggio all’insegna dello shopping. Giovedì scorso, festa dei lavoratori, i molti negozi aperti hanno spinto tanti a fare acquisti. Ma non sono mancati i partecipanti al tradizionale corteo sindacale.
Como ha mostrato questi due volti. Così come annunciato nei giorni scorsi, buona parte dei commercianti ha deciso di tenere le serrande alzate. Identico per tutti il punto di partenza: essendo Como una città a vocazione turistica e confidando nel bel tempo, i negozianti hanno

cercato di sfruttare l’arrivo sul lago dei tanti visitatori, in particolare svizzeri. E così è stato.
La città, soprattutto nelle ore pomeridiane, è stata letteralmente invasa. Code e parcheggi pieni hanno caratterizzato le ore più calde del Primo Maggio. A spingere gli esercenti verso l’apertura anche l’onnipresente persistere della crisi che ha suggerito di sfruttare ogni possibile occasione per cercare di concludere degli affari. In centro storico, naturalmente, si è vista la maggiore concentrazione di saracinesche alzate. Le grandi catene, ma anche i singoli esercizi, hanno deciso di aprire. Da via Vittorio Emanuele a via Bernardino Luini a via Cinque Giornate, in molti hanno affollato i negozi aperti. «In effetti c’era tanta gente. Anche se, lo ripeto, ciò non significa necessariamente concludere affari – dice il presidente di Confcommercio Como, Giansilvio Primavesi – Il servizio di apertura è servito alle persone giunte in città. Un po’ di vendite sono state fatte. Insomma, un Primo Maggio senza infamia e senza lode».
Diversa la situazione fuori dalle mura. Più ci si allontanava dal lago, minore era il numero di vetrine illuminate. A partire da via Milano Alta. «Personalmente ho tenuto chiuso – dice Stefano Vicari, portavoce dei commercianti di via Milano Alta – ma parlando anche con altri colleghi posso dire che in questa parte di città non erano in molti quelli rimasti aperti il Primo Maggio». Molti, come detto, anche i partecipanti, nella mattinata al corteo organizzato dai sindacati confederali di Como Cgil, Cisl e Uil.
La sfilata – circa 300 i partecipanti – è partita alle 9.30 da via Milano Alta per arrivare verso le 11 in piazza Duomo dove si sono tenuti i vari discorsi.

Nella foto:
Primo Maggio all’insegna dello shopping. Giovedì scorso, i molti negozi aperti hanno spinto tanti a fare acquisti. Ma non sono mancati i partecipanti al tradizionale corteo sindacale (foto Mv)
3 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto