Le favole di Boosta sul Lario, una serata sussurrata per presentare il libro “C’era una volta il silenzio”

SUBSONICA Tour 8 Kioene Arena Padova 12 Febbraio 2019 Boosta Davide Dileo

Una serata sussurata, lontana dai boati da “tutto esaurito” dei palazzetti italiani, in cui recentemente è stato protagonista con un trionfale tour con i Subsonica.
Sabato sera sarà in città Davide Dileo, alias Boosta, il tastierista e fondatore di uno dei gruppi più amati del panorama musicale italiano. L’artista dalle ore 21 sarà ospite di uno showcase alla Tballet, scuola di danza di via Don Brusadelli.
Nel corso dell’evento Boosta presenterà il suo libro “C’era una volta il silenzio”; ci sarà una lettura delle favole che lui ha scritto nell’opera (pubblicata da Mondadori), con un accompagnamento musicale.
L’ingresso all’incontro è a inviti: chi fosse interessato a partecipare o volesse ulteriori informazioni deve accreditarsi all’indirizzo email info@tballetcomo.com.
Non sarà – è bene specificarlo per evitare equivoci e per non creare aspettative sbagliate tra gli spettatori – una serata dedicata alle musiche dei Subsonica.
«Torneremo indietro nel tempo – spiega Davide Dileo – Ascolteremo le favole che ho scritto (come si faceva una volta con gli audioracconti) recitate da attori, e io accompagnerò al pianoforte». A molti sembrerà un salto nel tempo, negli anni ’70, quando venivano pubblicate e vendute nelle edicole le cassette in cui si raccontavano le fiabe più popolari.
Un aspetto più intimo di Boosta, famoso anche come scrittore, produttore discografico e presentatore televisivo e radiofonico. Inoltre è stato anche docente al Conservatorio di Como di “tastiere elettroniche”.
«Sabato ci sarà una situazione completamente diversa da quella dei concerti – spiega ancora Dileo – in cui conteranno il silenzio, l’attenzione e la riflessione. È una dimensione a cui mi sento molto legato, necessaria, che mi completa. Come è bello vivere i momenti degli spettacoli, allo stesso modo mi piacciono questi attimi sussurrati».
“C’era una volta il silenzio-E altre favole per innamorati”, è l’ultimo libro di Davide Dileo. Il primo è stato “Dianablu”, nel 2004. «Mi piace scrivere – spiega – anche se magari non lo faccio tutti i giorni. Questo testo può essere considerato un regalo da tenere sul comodino, con una serie di favole, di fatto una delle modalità di espressione più antiche».
«E le stesse favole sono come le canzoni – aggiunge – e hanno un movimento meraviglioso, perché ognuno può vestirle nel modo in cui crede. Ci sono brani che ascolti quando sei felice, altri quando sei triste. Alcuni li indossi per te stesso, altri li dedichi a una persona cara. Alla fine importa il risultato».
Favole protagoniste dell’evento di sabato sera in città, che arriva a pochi giorni di distanza dalla conclusione di un tour trionfale con i Subsonica, che nei più importanti palazzetti del nostro Paese hanno presentato i brani del loro ultimo album “8” (l’apertura era con “Bottiglie rotte”), oltre ai successi più celebrati come “Tutti i miei sbagli”, “Strade”, “Discoteca labirinto”, “Il cielo su Torino” e “Aurora sogna”.
«Siamo molto contenti – spiega Boosta – Alla vigilia noi non davamo per scontato questo successo. Abbiamo trovato un pubblico attento, molto entusiasta e noi eravamo in stato di grazia sul palco. Dopo oltre vent’anni assieme possiamo ancora dire che il gruppo ha ancora senso di esistere e il nostro respiro è molto vivo».
«La sensazione più bella è di entrare nel cuore delle persone e di accompagnare il loro viaggio e rinvigorirle – conclude l’artista 45enne – Credetemi, noi sentiamo la responsabilità nei confronti di chi ci segue e ha deciso di dedicarci qualche ora della sua vita. La musica “live”, dopo qualche stagione in cui ha avuto un calo, sta tornando alla grande e siamo felici di aver condiviso questi momenti con chi ci è venuto a seguire nei concerti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.