“Le Iene”, in onda il funzionario arrestato

 

alt Nella puntata di mercoledì scorso
Trasmesso il servizio sul dipendente dell’Agenzia delle Entrate

(a.cam.) Il caso del funzionario comasco dell’Agenzia delle Entrate arrestato a inizio gennaio con l’accusa di corruzione aggravata è stato trattato dalla nota trasmissione Mediaset “Le Iene”.
Il servizio, realizzato dall’inviato Luigi Pelazza, è andato in onda nella puntata di mercoledì scorso.
La “iena” ha incontrato il dipendente dell’Agenzia, Rosario Lo Conte, 61 anni, residente a Como in viale Giulio Cesare, prima del suo arresto.
L’inviato della trasmissione è

riuscito con un espediente ad avere un appuntamento con il funzionario. La chiacchierata è stata poi registrata con una telecamera nascosta e il filmato – intitolato “L’agente del fisco che aiuta gli evasori” – è stato poi trasmesso.
Secondo la tesi della Procura di Como, Lo Conte forniva direttamente a casa sua consigli su come «sistemare le cose» in caso di cartelle per verifiche fiscali o multe. Il funzionario avrebbe gestito una vera e propria attività di consulenza finanziaria a favore dei privati. Il suo intervento arrivava anche alla compilazione di ricorsi contro la stessa Agenzia delle Entrate, oppure a consigli su come aggirare le sanzioni tributarie. Un comportamento emerso anche dal filmato realizzato dall’inviato de “Le Iene”.
Al momento, gli episodi contestati dall’accusa al funzionario sono tre, ma le indagini sono tuttora in corso per accertare eventuali, ulteriori casi. In base a quanto riportato anche dalla trasmissione Mediaset, le consulenze illecite sarebbero più di quelle verificate finora.

Nella foto:
Rosario Lo Conte, il funzionario 61enne, durante l’incontro con la “iena” Luigi Pelazza, avvenuto prima che scattassero le manette

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.