Le incisioni di Manlio Monti protagoniste a Chiasso

Spazio Officina di Chiasso

Dal 10 aprile al 3 giugno 2021, lo Spazio Officina di Chiasso presenta la mostra Manlio Monti. Attività grafica e sua genesi. L’evento artistico s’inserisce nel filone del genius loci, concepito per dar spazio ad artisti che hanno operato e operano con un proprio atelier sul territorio ticinese. La mostra propone la ricerca sulla tecnica grafica e la sua divulgazione svolte
da Manlio Monti, artista incisore ticinese con atelier a Locarno. Sarà esposta l’intera raccolta di stampe Club 365, progetto creato da Manlio Monti nel 1998 per favorire la conoscenza e la diffusione dell’incisione calcografica; allo Spazio Officina vengono proposte le opere di oltre 60 artisti. Sono inoltre visibili le raccolte denominate cartelle nere (che abbinano sei incisioni a un testo di tipo poetico) nonché diversi libri e libri d’artista stampate dalle Edizioni Il Salice (fondate da Monti nel 1987).
L’esposizione è curata da Manlio Monti e Nicoletta Ossanna Cavadini.
Manlio Monti frequenta la Scuola d’arte di Losanna e poi inizia a lavorare nell’atelier di Remo Rossi a Locarno. Quindi presso l’Ècole Cantonale des Beaux Arts et d’Art Appliquè incontra Albert-Edgar Yersin,
incisore professionista che sarà una figura fondamentale per l’artista ticinese. Manlio Monti si dedica anche all’insegnamento, prima al Ginnasio Cantonale di Locarno, alla CSIA e alla SUPSI. Nel 1976 egli
affitta con alcuni amici appassionati di incisione calcografica, uno spazio degli atelier, ormai dismessi, di Remo Rossi dove opera ancor oggi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.