Le primarie sprint “salvano” l’unità dei Dem lariani

altPolitica e territorio
Intanto è nata “Provincia Civica” che tenterà di contendere al Pd la presidenza
(da.c.) Un partito che si mette «al servizio di una lista civica» per governare il territorio e la nuova Provincia. Sono state spiegate così, ieri mattina – dal gruppo dirigente di via Regina riunito più o meno al completo – le primarie sprint per individuare il nome del possibile presidente di Villa Saporiti. I Democratici comaschi, in una conferenza stampa convocata a ora di pranzo, hanno presentato candidati e modalità della consultazione in programma sabato prossimo. E si sono affannati

a dare l’impressione di una ritrovata unità interna dopo alcune settimane di discussione alquanto infocata.
Al segretario provinciale del Pd, Savina Marelli, non è in realtà sfuggito il delicato passaggio vissuto dal suo partito. «Non essendo stati in grado di trovare una sintesi abbiamo optato per le consultazioni», ha ammesso. Aggiungendo tuttavia, subito dopo, che «il voto di consiglieri comunali e sindaci è comunque oggettivo e a garanzia dei due candidati».
Insomma: poiché una decisione assunta a maggioranza avrebbe certamente provocato un totale sconquasso tra le componenti interne ai Dem lariani, meglio lasciare la parola alla platea elettorale composta, com’è ormai noto, dagli eletti nelle assemblee cittadine.
Una lettura, quest’ultima, che in via Regina non piace del tutto. Angelo Orsenigo, sindaco di Figino Serenza e responsabile enti locali per il Pd comasco, è tornato infatti a rivendicare «l’onere e l’onore di fare da guida dopo un lungo commissariamento. Le due candidature di Maria Rita Livio e Alberto Gaffuri sono una ricchezza. Esprimono sensibilità differenti e rappresentano la capacità del partito di parlare a una platea ampia». Non è mancata, da parte di Orsenigo, una stoccata al gruppo civico riunito attorno a Giuseppe Napoli e Claudio Bizzozero, sindaci di Fino Mornasco e Cantù. «Mentre noi diamo la parola a tutti i consiglieri comunali del territorio, loro decidono in conclave». Proprio Napoli, però, risponde a distanza ufficializzando la nascita di “Provincia Civica” – così si chiamerà la lista cui aderiscono, fino a questo momento, una ventina di amministrazioni comunali – e annunciano la raccolta delle firme per la candidatura alla presidenza di un esponente del gruppo. «Vogliamo offrire una alternativa a quello che, attualmente, si profila quale unico candidato». All’inizio della settimana prossima sarà reso noto il nome prescelto, probabilmente lo stesso sindaco di Fino.

Nella foto:
Savina Marelli (Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.