Lettere

Legalità, merce sempre più rara

Forse noi siamo ancora convinti di vivere in uno Stato civile. Invece viviamo in un Paese in cui la corruzione è endemica e dilagante, il senso civico è quasi inesistente e l’illegalità ormai è fuori controllo. Diciamo che sono le carceri a scarseggiare, ma forse – e lo domando provocatoriamente – non è che abbiamo troppi delinquenti?
Senza legalità siamo privi di futuro, ce lo sentiamo ripetere da troppo tempo. Non sarà arrivato il momento di rendere i cittadini più responsabili, di convincerli che rispettare le leggi e farle rispettare agli altri significa rispettare se stessi? Perché dobbiamo guardare ad altri Stati vicini – vicinissimi, per non fare nomi – dove c’è più rispetto delle leggi, della proprietà privata, del prossimo?Forse noi siamo ancora convinti di vivere in uno Stato civile. Invece viviamo in un Paese in cui la corruzione è endemica e dilagante, il senso civico è quasi inesistente e l’illegalità ormai è fuori controllo. Diciamo che sono le carceri a scarseggiare, ma forse – e lo domando provocatoriamente – non è che abbiamo troppi delinquenti?

Pierluigi Polverini

18 Maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto