Leonardo: Profumo, diversificazione ci dà forte stabilità

Crisi industria aeronautica pesa su area da meno di 10% ricavi

(ANSA) – ROMA, 07 OTT – L’impatto del Covid sul mercato dell’industria aeronautica mondiale incide, per Leonardo, solo sulla divisione aerostrutture che "pesa meno del 10%" del fatturato della società. Nel complesso Leonardo sta attraversando la crisi economica globale innescata dall’emergenza Covid con "una forte stabilità". L’a.d. Alessandro Profumo lo ha indicato intervenendo al convegno online ‘Made in Italy: the Restart" di Sole 24 Ore e Financial Times. "Noi abbiamo un punto di forza", spiega Profumo: "Siamo presenti nell’aerospazio civile ma in modo abbastanza contenuto: la nostra divisione infrastrutture pesa meno del 10% del totale del nostro fatturato, ed è la divisione che produce pezzi di fusoliera, piuttosto che piani di coda, piuttosto che stabilizzatori orizzontali o verticali per Boeing, Airbus e Atr". "Certamente è una divisione che ha un impatto" indiretto, per le difficoltà dei grandi produttori di aerei, committenti come Boeing e Airbus. "Però pesa meno del 10%. Tutto il resto della nostra attività – evidenzia l’a.d di Leonardo – è un insieme di settori connessi a clienti governativi piuttosto che al sistema della Difesa. Quindi abbiamo questa forte stabilità, proprio grazie al fatto che abbiamo una diversificazione molto rilevante in termini di area di attività e abbiamo un forte peso della componente governativa". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.