«Era venuto a prendere un caffè. Non so perché mi abbia aggredito»

carabinieri genericaLa donna accoltellata in casa sua a Lipomo, sarebbe riuscita a scambiare qualche parola con i carabinieri 

«L’ho fatto entrare io. Era venuto a prendere un caffè, come faceva spesso. Poi non so cosa sia successo. Io stavo guardando la fine di un film e mi ha aggredita». Sono poche parole, ma pesanti, quelle che sarebbe riuscita a pronunciare la 57enne di Lipomo vittima di una coltellata al petto nella serata di domenica nella sua casa di via Ca’ Rota.

Frasi dette con un filo di voce (la donna è ricoverata in Terapia Intensiva) che, se confermate inguaierebbero il 46enne in stato di fermo al Bassone con l’accusa di tentato omicidio. Giovedì ci sarà l’interrogatorio in carcere. La vittima non avrebbe però fatto riferimento ad un movente per un simile gesto da parte di una persona che conosceva bene.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.