L’esito delle elezioni, il commento dei partiti
Elezioni 2018, Politica, Territorio

L’esito delle elezioni, il commento dei partiti

Lega pigliatutto in provincia di Como, ed è raggiante Fabrizio Turba, segretario provinciale, autosospesosi perché candidato alle regionali. «Il primo ringraziamento va ai nostri militanti, che si sono mobilitati incuranti di freddo e neve su tutto il territorio. Il secondo a Matteo Salvini, che si è speso in prima persona anche nel Comasco».
«Ha pagato la nostra campagna elettorale fatta di gazebo, di strette di mano – aggiunge Turba – Non abbiamo mollato su temi caldi per il territorio, dall’immigrazione, all’accattonaggio. Sono orgoglioso di aver guidato da segretario una Lega forte, con candidati del territorio, come Nicola Molteni, Erica Rivolta ed Eugenio Zoffili. Eravamo al 4% ora siamo al 18%» conclude.
Soddisfazione pure in casa Forza Italia, come sottolinea Sergio Gaddi, che era candidato alla Camera. «Le urne hanno detto che le elezioni sono state vinte dalla coalizione del centrodestra – dice – per quanto con numeri non sufficienti per governare». Riguardo al risultato di Forza Italia, Gaddi ammetta che si sarebbe aspettato qualcosa di più. «Per tanti anni Forza Italia ha trainato la coalizione, ora gli equilibri sono cambiati, ma in un rapporto di accordi leali questo non muta la sostanza».
Terza forza del centrodestra, Fratelli d’Italia ha avuto una performance positiva. «Siamo moderatamente soddisfatti – dice il segretario provinciale Marco Mainardi – Su alcune realtà abbiamo avuto percentuali ottime, parlo di Como, Erba, Inverigo o Lurate Caccivio, ben oltre la media nazionale. Poi c’è l’elezione di Alessio Butti, a Lecco, nostro dirigente nazionale».
Per il Movimento 5 Stelle, parla il candidato alla Regionali, Cesare Adinolfi. «Il dato delle politiche anche sul Lario è frutto della nostra presenza sul territorio – spiega – Siamo stati sempre disponibili ad accogliere le preoccupazioni della gente su problemi di vita quotidiana. Abbiamo incontrato cittadini che vogliono recuperare la dignità, il lavoro e uno stipendio adeguato».
Adinolfi spiega anche la questione del cosiddetto “reddito di cittadinanza”. «È stato spiegato male. Non si tratta di assistenzialismo – aggiunge – ma di un sistema integrato per dare dignità alle persone».
Di ben altro tenore i commenti in seno al Pd, con il vicesegretario provinciale, Federico Broggi.
«Essere il primo partito a Como città, credo sia una magra consolazione – spiega – Si tratta di un dato che conferma il referendum del dicembre 2016, prendiamo consensi nei grandi centri e perdiamo nei piccoli, dove tradizionalmente la sinistra e i partiti del centrosinistra raccoglievano di più».
«Nel comune dove sono sindaco siamo andati al 15% – dice Broggi – Si tratta di una sconfitta netta e superiore anche alle previsioni. Si apre una stagione all’opposizione, dopo aver risollevato l’Italia negli ultimi cinque anni». Sul passaggio da due parlamentari a uno in fortissimo dubbio, no comment di Broggi spiega. «Aspettiamo i dati ufficiali».
A lungo in bilico per arrivare il 3%, +Europa con Emma Bonino non è alla fine entrata in Parlamento. «C’è tanta amarezza – spiega il coordinatore provinciale, Luca Monti – per essere andati così vicini al risultato, che ci avrebbe consentito la presenza a Camera e Senato e di avviare una politica di aggregazione delle tante forze ed esperienze civiche».
Paolo Annoni

6 marzo 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto