L’eurodeputata Comi non ci sta «Capoluogo nella città giardino»

Il riordino delle Province
L’offensiva della Provincia di Varese contro il previsto accorpamento con i “cugini” comaschi e lecchesi non si ferma. Ieri è nuovamente intervenuta sulla questione l’europarlamentare del Pdl Lara Comi, coordinatrice tra l’altro del partito proprio a Varese. «Personalmente ritengo che la riforma delle Province sia sbagliata perché non porterà grandi risparmi e non si basa su criteri meritocratici».
Secondo Lara Comi si sarebbero dovuti «premiare gli enti virtuosi. Invece, come al
solito, si procede con tagli lineari che non tengono in considerazione la buona gestione degli amministratori locali».
Il punto dolente per Lara Comi, così come per altri esponenti della politica varesina, è però la perdita dell’autonomia provinciale. «Si dovrà optare per la soluzione migliore, che non penalizzi i cittadini della provincia di Varese – dice l’eurodeputata del centrodestra – Se saremo costretti a entrare in una Provincia più ampia si dovrà allora tenere in considerazione il fatto che Varese è il quarto territorio più popoloso della Lombardia con quasi 890mila abitanti, più delle Province di Monza, Como o Lecco».

Nella foto:
L’eurodeputata Lara Comi (Pdl)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.